Manchette

Manchette

Comunicati Lavoro

Presso la sede della FIT-CISL La Spezia, alla presenza della Segreteria Regionale, rappresentata dal Segretario Generale Ettore Torzetti, e dalla Segreteria FIT-CISL Liguria, rappresentata dal Segretario Generale UST- La Spezia Antonio Carro, e alla presenza di 50 delegati di categoria, si è tenuta l'Assemblea Generale Territoriale.

Libertà di scelta della carrozzeria, tutela dei consumatori, problemi nelle modalità di periziatura di certe campagnie assicurative, convenzione per il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti: questi i temi all'ordine del giorno della riunione dei carrozzieri che si è tenuta il 22 febbraio in Confartigianato, nella sede di via Fontevivo alla Spezia.

Si è tenuta mercoledì 22 febbraio la prima assemblea congressuale della Cisl Funzione Pubblica della Spezia.

Rete imprese, in rappresentanza delle associazioni di categoria CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti, interviene sul tema dell'affidamento delle spiagge di Lerici.

"La tutela della professionalità di acconciatori ed estetiste in contemporanea ai livelli di qualità e sicurezza offerti agli utenti è, da anni, per CNA un obiettivo primario. - Spiega Maurizio Viaggi referente per La Spezia di CNA Benessere e Salute - Non è accettabile, oltre che pericoloso, che persone senza titoli e qualifiche offrano servizi legati al benessere della persona, senza il rispetto di alcuna norma, con rischi gravi per la salute dei clienti.

Il 6 e 8 marzo l'ultimo incontro a cui le Guide Ambientali Escursionistiche e le Guide Turistiche, inserite nell'elenco ufficiale (qui), dovranno partecipare.

"Rischiamo di perdere 40 posti di lavoro perché viene applicata in modo retroattivo una legge regionale. Bisogna salvare il Bingo di piazza Cavour": lo ha detto Giampiero Orlanducci (Fisascat) che questa mattina ha preso parte a un incontro nella sala spezzina con i vertici aziendali e i dipendenti.

La Confartigianato Taxi della Spezia esprime solidarietà ai colleghi taxisti che a Milano e a Roma stanno protestando.

Nei giorni scorsi il sindaco di Sarzana, Alessio Cavarra, ha scritto una lettera ai parlamentari liguri, al presidente delle Regione Toti, all'assessore alle attività produttive della Regione e ai capigruppo del Consiglio regionale in cui chiede un intervento legislativo a tutela della qualità del lavoro dei parrucchieri.

 

Si è svolto con grande partecipazione l'incontro organizzato dalla CNA della Spezia aperto tutti i Balneatori sul tema delle concessioni demaniali. Di breve anticipo rispetto alla assemblea nazionale CNA Balneatori convocata per oggi pomeriggio a “Balnearia”, la Fiera di settore che si svolge a Marina di Carrara, l’incontro ha visto la partecipazione in qualità di relatore di Cristiano Tomei coordinatore nazionale del settore per CNA che ha illustrato l’evolversi delle vicende e degli incontro per la definizione degli sviluppi della questione balneare.

All'incontro hanno partecipato, oltre ad una nutrita rappresentanza di titolari di imprese balneari della provincia spezzina da Bonassola a Marinella, i delegati del Comuni costieri della provincia e i consiglieri regionali Andrea Costa e Stefania Pucciarelli, oltre all'assessore Massimo Baudone del Comune di Sarzana. Si è fatto il punto sul il disegno di legge approvato dal consiglio dei ministri lo scorso 27 gennaio, recante delega al governo per la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime e fluviali ad uso turistico ricreative. Anche a seguito del recente confronto avuto a Genova, su iniziativa del consigliere regionale Andrea Costa, con il Ministro per gli Affari regionali Enrico Costa, dove si è discusso il disegno di legge delega sulla direttiva Bolkestein che prevede la messa a bando delle concessioni.

“Legittimo affidamento, doppio binario e periodo transitorio, CNA Balneatori rispetto alle altre rappresentanze della categoria ha da sempre sostenuto una linea definita a sostegno delle oltre 30mila imprese balneari italiane, - spiega Cristiano Tomei, coordinatore nazionale CNA Balneatori - il Disegno di legge non da certezza e comunque prevede l'evidenze pubbliche. Noi continueremo ad insistere contestando l’art.12 della direttiva Bolkestein relativo alla definizione di scarsità della risorsa. Per questo procederemo nel richiedere ai 600 comuni costieri il monitoraggio, abbiamo avuto una risposta da parte di 1/3 dei comuni e individuato una disponibilità di risorsa del 48%. Abbiamo chiesto espressamente al Ministro di inserire la tutela del legittimo affidamento e di riprendere il monitoraggio sulla definizione della disponibilità della risorsa. Il problema è che la questione balnearia è diventata una questione politica, e nessuno è andato a sbattere il pugno sul tavolo a Bruxelles a tutela delle piccole imprese del settore”.

Il disegno di legge è una sorta di «quadro» nel quale poi dovranno essere inseriti i decreti delegati che attueranno la riforma e tiene conto da un lato della sentenza della Corte di Giustizia europea del 2016 che ha stabilito che non possano essere fatte proroghe trentennali agli attuali concessionari, dall’altra prevede criteri e modalità di affidamento che valorizzino le attività imprenditoriali, riconoscano la tutela gli investimenti e tengano conto della professionalità acquisita.

“Di fronte ad un’ipotesi di legittimo affidamento, la Corte di giustizia europea dice che va valutato caso per caso, e nel disegno di legge non è prevista tutela. Se si arriverà a valutare caso per caso, avremo di fronte un blocco amministrativo - giudiziario dal numero delle cause che si verificheranno - aggiunge Tomei - la nostra soluzione proposta è di riconoscere il legittimo affidamento delle 30 mila imprese esistenti e dare strumenti a nuove imprese di insidiarsi nello spazio libero, nelle aree disponibili, risultanti del monitoraggio effettuato sui Comuni. Questa direttiva non sta bene alle imprese non sta bene ai comuni, probabilmente si arriverà a divergenze regionali ad anche questo non è giusto”.

“La Regione Liguria si sta muovendo dimostrandosi vicina alle ragioni dei balneatori. Le due proposte sono quasi in dirittura di arrivo” - commenta Stefani Pucciarelli, consigliere in regione liguria per Lega Nord - la parte politica che rappresento è in totale accordo con le ragioni dei balneatori contro la Bolkestein”.

“Non sono contrario al bando pubblico e all’esigenza di concorrenza, in un’ottica di trasparenza, d’altro canto è necessario tutelare le imprese, - spiega l’assessore del Comune di Sarzana massimo Baudone - nel Comune di Sarzana abbiamo cercato di riqualificare l’area di Marinella. Siamo riusciti a garantire attività su spiagge libere con la proroga della legge regionale ora stiamo valutando per il 2017. Poi si è posta la problematica sulla linea demaniale e avevamo previsto l’arretramento dei chioschi perché l'erosione della spiaggia nel tempo ha tolto agli stabilimenti ampie metrature utilizzabili. La problematica dell’erosione rappresenta un punto importante soprattutto a livello regionale”.

“La politica deve sapere ascoltare le esigenze delle imprese - interviene il consigliere regionale Andrea Costa - mi sono personalmente impegnato nell'organizzare il confronto con il Ministro Costa e si è trattato di un momento molto costruttivo. La Regione Liguria sta predisponendo i disegni di legge e circa il decreto ministeriale mi pare che la riunione di venerdì scorso abbia aperto dei fronti di discussione e penso di poter affermare che da parte del Ministro e della politica ci sia la volontà di costruire un percorso. Non siamo di fronte ad una legge, dunque un traguardo, siamo di fronte all'inizio di un percorso. Un decreto legge stabilisce dei principi e può essere integrato di osservazioni”.

“Il livello regionale è l'unico che mostra comprensione verso la realtà delle nostre imprese. - Conclude Alessandro Riccomini presidente CNA Balneatori Liguria - Le nostre aziende non sono trasferibili, se perdiamo il bagno e la concessione siamo disoccupati. Non abbiamo possibilità di far valere le nostre professionalità, né far valutare equamente le nostre imprese. Magari sono stati contratti mutui sino al 2026 e la proroga della concessione è al massimo al 2020, nei sei anni in più come faremo? Sono troppi anni che viviamo con ansia il nostro futuro e la situazione non si chiarisce”.

Un incontro su come aprire, gestire e finanziare un affittacamere, Bed&Breakfast o appartamento ammobiliato: giovedì 23 febbraio alle ore 17:00 presso la Sala Consiliare del Comune di Riomaggiore.

La storia di Acam è ormai nota e proprio le scelte fatte nel passato hanno determinato e determineranno il futuro del Gruppo e di conseguenza il futuro dei lavoratori.

Venerdì, 17 Febbraio 2017 21:49

Scadenza Siae prorogata al 24 marzo

Fonte

Prorogato il termine di scadenza per il rinnovo degli abbonamenti annuali SIAE per "musica d'ambiente" al 24 marzo 2017 per le imprese che utilizzano apparati (radio, lettori, cd, personal computer, televisori, etc.) di riproduzione di musica e video tutelati dal diritto d'autore nei locali dove si svolge l'attività.

Matteo Bellegoni, segretario generale della CGIL spezzina, commenta: "Si al piano industriale di ACAM, garanzia per lavoratori ed utenti".

Giovedì, 16 Febbraio 2017 19:38

FISASCAT CISL, eletta la nuova segreteria

Fonte

Ecco la relazione del Segretario Mirko Talamone ed i nomi di tutti gli eletti.

Confagricoltura La Spezia organizza un corso intensivo sulla potatura dell'olivo, strutturato in due giorni di teoria e due di prove pratiche sul campo, per un totale di 15 ore, che avrà inizio mercoledì 22 Febbraio 2017 alla Spezia.

La Confartigianato della Spezia, l'Associazione Equilibrio & R.C., l'Ordine degli Avvocati della Spezia, l'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, l'Ordine dei Consulenti del Lavoro organizzano martedì 28 febbraio alle ore 16,30 un seminario gratuito dal titolo "La gestione del contenzioso in funzione del contenimento dei costi aziendali".

In un comunicato congiunto, che potete leggere qui sotto, Filctem CGIL, Femca CISL ed UILTEC raccontano la vicenda di 22 lavoratori passati dalla Italiana Petroli a Comdata e che ora hanno "un contratto di solidarietà e molte incertezze sul futuro". Per questi dipendenti, i sindacati chiedono l'impegno di Comdata, ma anche di ENI e delle istituzioni.

"Alle Istituzioni chiediamo fatti, basta con le promesse": così Luca Comiti (Flai Cgil) e Walter Bertolini (Fai Cisl) intervengono ancora sul tema della crisi della tenuta di Marinella.

Il 6 febbraio 2017 si sono riuniti in assemblea i lavoratori della Tenuta Agricola di Marinella, facendo seguito degli incontri precedentemente svolti fra le organizzazioni sindacali di categoria, la rappresentanza sindacale aziendale ed i vertici della proprietà Marinella Spa e dell'azienda agricola Marinella Srl.

Martedì 7 febbraio, a partire dalle ore 9:30, si terra alla Spezia, in Sala Dante, l'assemblea generale degli iscritti e l'attivo delegati della CGIL spezzina.

Nel corso dell'incontro sono stati affrontati i temi cari alla categoria chiedendo all'Amministrazione una pianificazione per risolvere alcune priorità.

Il 1 febbraio 2017, è stata inoltrata dalla Federazione Nazionale una lettera (potete scaricarla qui sotto) all'indirizzo del Ministro della Difesa Sen. Roberta Pinotti.

Le segreterie Provinciali della Spezia Filt-Cgil e Uiltrasporti esprimono disappunto e forte preoccupazione a seguito della conferma della società Manitalidea spa, azienda che svolge le pulizie nella stazione di La Spezia Centrale, dell'applicazione del contratto di solidarietà con una riduzione oraria del 45% per il personale.

Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero di 8 ore di oggi, 1 febbraio, delle lavoratrici e dei lavoratori delle telecomunicazioni, per il rinnovo del contratto scaduto da oltre due anni e contro le richieste inaccettabili di Asstel di ulteriore flessibilità, controlli a distanza, riduzione dei salari e dei diritti.

Questa mattina circa 500 tra lavoratrici e lavoratori dei call center Comdata, Call & Call e di Telecom sono scesi in piazza in occasione dello sciopero nazionale dei lavoratori del settore delle telecomunicazioni.

La Cisl spezzina ritiene doveroso ribadire e sottolineare per l'ennesima volta che la carenza di posti letto ospedalieri (circa 150) rispetto la media regionale e la conseguente mancanza del personale medico e soprattutto infermieristico non possono e non devono scontare ulteriori ritardi circa le carenze più volte denunciate.

Un incontro per capire come trasformare l'azienda in un'Impresa 4.0 attraverso le tecnologie digitali innovative che cambieranno il modo di fare business.

"Nel nostro Paese abbiamo lavoratori pubblici come i Vigili del Fuoco, premiati come i migliori al mondo per il loro coraggio, dedizione, competenza e passione per il proprio lavoro": così Matteo Bellegoni, segretario generale della Camera del Lavoro e Daniele Lombardo, segretario provinciale Funzione Pubblica CGIL.

Pagina 1 di 56

La Gazzetta della Spezia è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia con provvedimento n. 7/88 - Direttore Responsabile: UMBERTO COSTAMAGNA - Direttore: UMBERTO COSTAMAGNA - Responsabile Portale: MASSIMO TINTORI - Editore : Gazzetta della Spezia.it SRL - Sede: Via delle Pianazze, 70 - 19136 La Spezia - Tel. +39 0187980450 - Partita Iva 01357120110 - Codice Fiscale 01357120110 Numero REA: SP - 122084

Login or Registrati