Legambiente alle Cinque Terre: tremila turisti informati sui sentieri per una maggiore sicurezza In evidenza

Dal monitoraggio rifiuti sulla spiaggia di Monterosso 496 mozziconi di sigaretta raccolti in mezz'ora. 

Mercoledì, 31 Luglio 2019 11:36

Oltre tremila i turisti contattati e sensibilizzati dai dodici volontari Legambiente provenienti da tutta Italia lungo i sentieri tra Monterosso, Vernazza e Corniglia, nell’ambito del progetto “Camminare informati” svolto in collaborazione con il Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Dopo una adeguata formazione, condotta dai volontari del CAI, del Soccorso Alpino e grazie ai collaboratori del Parco, i volontari di Legambiente hanno presidiato gli ingressi dei sentieri ricordando che è in vigore la delibera che vieta di transitare con calzature non idonee (ciabatte e suole lisce), fatto scaricare gratuitamente sugli smartphone la Cinque Terre Hiking Guide, la app del Parco Nazionale che fornisce informazioni sul sistema sentieristico (ad esempio per la presenza di sorgenti d’acqua), ricordato il sistema d’allerta in vigore in caso di previsioni meteo avverse e la possibilità di scaricare online la Cinque Terre Card, per evitare code e intasamenti nelle stazioni ferroviarie e nei punti informativi del Parco.

“La sensibilizzazione che stanno portando avanti i volontari - commenta Patrizio Scarpellini, Direttore del Parco Nazionale Cinque Terre – è preziosa perché direttamente a contatto con gli escursionisti. Nei primi mesi di adozione della delibera che vieta di frequentare i sentieri, se non con abbigliamento adeguato, abbiamo visto un netto calo delle persone disinformate e impreparate. Stiamo riuscendo nell’obiettivo che ci eravamo prefissi, far prevalere la prevenzione piuttosto che la repressione di comportamenti inidonei”.

Tra le azioni svolte dai volontari in questo primo campo di volontariato anche un monitoraggio dei rifiuti abbandonati sulle spiagge libere di Monterosso.

Il test, condotto come previsto dal disciplinare scientifico per conteggiare la loro presenza e adottato nell’ambito dell’iniziativa “Volontari per natura” (www.volontaripernatura.it), si è svolto al tramonto, quando le due spiagge libere nella frazione di Fegina hanno cominciato a svuotarsi di bagnanti.

In solo mezz’ora i volontari hanno raccolto 819 rifiuti che hanno esaminato dividendoli per tipologia. Tra questi 496 mozziconi di sigaretta, 32 tappi di bottiglia, 21 articoli medicali (cerotti, tamponi medici, bendaggi), 16 elastici, 15 buste di plastica. I rifiuti erano distribuiti su una superfice analizzata di 1125 metri quadrati e rispetto al numero il 79% del raccolto è risultato in plastica.

“Praticamente abbiamo trovato un mozzicone di sigaretta abbandonato, ogni due teli mare – commenta Santo Grammatico, Presidente di Legambiente Liguria – Queste sono spiagge frequentate, spesso affollate e che affacciano su una area marina protetta. Il risultato è preoccupante e ricorda quanto sia importante l’educazione ambientale e un corretto e civico stile di vita. Purtroppo c’è ancora molto da fare in termini di sensibilizzazione dei cittadini”.

“Un ringraziamento ai volontari che con sensibilità ambientale e competenza non fanno mai mancare il loro contributo alla tutela del nostro litorale - commenta Emanuele Moggia, Sindaco di Monterosso - L’augurio è che questo sia un esempio seguito da molti e che il loro impegno gratuito possa interrogare le coscienze di chi non dimostra altrettanta sensibilità abbandonando rifiuti in modo irresponsabile”.

Terminato questo primo turno di dieci giorni, il prossimo gruppo di volontari arriverà a Manarola per svolgere il secondo dal 1 al 10 di agosto.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Legambiente

 Tra gli obiettivi inclusione sociale e replicabilità in altri siti del Parco e in Europa Leggi tutto
Legambiente
Confermati Grammatico e Borromeo alla guida dell'associazione. Emergenza climatica, dissesto idrogeologico e gestione dei rifiuti priorità su cui lavorare. Leggi tutto
Legambiente

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa