"Agenzia delle Entrate verso il collasso" In evidenza

I Sindacati scrivono al Prefetto in occasione della mobilitazione nazionale del personale delle Agenzie Fiscali del 6 Febbraio.

Mercoledì, 05 Febbraio 2020 15:03

“Chiediamo al Governo: senza personale all'Agenzia delle Entrate chi farà la tanto sbandierata lotta all'evasione fiscale?”

“Prosegue la mobilitazione nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori delle Agenzie Fiscali, promossa dalle Organizzazioni Sindacali nazionali. Il 6 Febbraio si terrà la seconda giornata di mobilitazione ed anche alla Spezia i Sindacati si muovono chiedendo un incontro al Prefetto.

I numeri dell'Agenzia delle Entrate della Spezia parlano chiaro. Dal 2017 ad oggi la sede spezzina conta 40 dipendenti in meno. Attualmente rimangono in servizio 154 persone, un numero di dipendenti assolutamente insufficiente rispetto alla mole di lavoro che anche le recenti riforme del Governo attribuiscono all'Agenzia delle Entrate che rappresentano un vero e proprio presidio di legalità sui territori. Senza considerare che anche nel 2020 sono previsti ulteriori pensionamenti che andranno a gravare su una situazione già altamente deficitaria
Le gravissime carenze di organico sia di funzionari che di dirigenti, sono il punto centrale della rivendicazione che i Sindacati da tempo portano avanti a livello nazionale e che porteremo all'attenzione del Prefetto della Spezia con l'intento di informarlo della condizione di inaccettabile disagio vissuto quotidianamente dai lavoratori.
Il paradosso ai limiti dell'incredibile è quello per cui da un lato il Governo fa proclami sulla lotta all'evasione fiscale e dall'altro non si preoccupa minimamente della difficoltà in cui versano gli uffici che dovrebbero concretizzarne gli effetti e le misure.

Senza un piano straordinario di assunzioni che sia in grado di colmare le gravi carenze di organico che attanagliano l'Agenzia delle Entrate, destinate a peggiorare ulteriormente con gli effetti di “quota 100”, nessuno degli interventi in materia fiscale annunciati dal Governo potrà essere realizzato. E' infatti inaccettabile che i pochi dipendenti rimasti continuino a sopportare carichi di lavoro insostenibili, in un clima di disagio, di costante delegittimazione e frustrazione data dalla totale mancanza di organizzazione e di prospettiva assunzionale.
Per quanto riguarda La Spezia, alla pesante carenza di personale, si aggiunge la grave inadeguatezza, che da anni denunciamo, della sede di Piazza Europa, ormai vecchia, poco sicura e carente di manutenzione. Un luogo in cui non solo è indecoroso lavorare, ma nel quale è anche poco dignitoso far accedere i cittadini.”

Per la FP CGIL Daniele Lombardo
Per la CISL FP Stefano Lorusso
Per la UIL PA Paolo Cari Rossi
Per la CONFSAL UNSA Marco Poletti

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
CGIL

Via Bologna, 9

Tel.: +39 0187547111
Fax: +39 0187516799

www.cgillaspezia.it/

Ultimi da CGIL

Attesa per il decreto di rifinanziamento della Cassa Integrazione. Leggi tutto
CGIL
La segreteria della Cgil spezzina: "La Regione oltre a privatizzare la sanità ora ci prova con i funerali". Leggi tutto
CGIL

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa