Occupazione di spazi pubblici, Levanto semplifica le regole In evidenza

Ecco cosa cambia.

Martedì, 12 Maggio 2020 11:09

 

Via libera, da parte del Consiglio comunale di Levanto, ad una serie di modifiche al regolamento sull’occupazione degli spazi pubblici che renderanno la vita più facile ai titolari e ai gestori delle attività produttive e commerciali del paese rivierasco.

Molte le semplificazioni introdotte dal nuovo testo”.

Innanzitutto, la richiesta o la comunicazione per l’installazione di elementi di arredo urbano dovrà essere inoltrata ad uffici diversi a seconda della tipologia di arredo: all’ufficio Tributi per tende, distributori automatici, dehor di tipo A e B, manufatti per esercizi pubblici ed elementi diversi da collocarsi su suolo pubblico; allo Sportello unico per le attività produttive (Suap) per insegne, bacheche, dehor di tipo C, chioschi e rivendite di giornali, cabine e punti telefonici, armadi per apparecchiature tecniche e similari, apparecchi per informazione telematica, impianti pubblicitari; all’ufficio Tecnico (Servizio edilizia privata - Sportello unico per l’edilizia) per targhe, taglio piante, coloritura facciate, lampade e luminarie, facciate degli edifici e spazi esterni.

L’installazione di tende (preferibilmente di colore panna o verdone) su suolo pubblico necessita di un’autorizzazione preventiva, ma è stato abolito il vincolo paesaggistico.

Maggiori le dimensioni ammesse per le targhe indicanti le libere professioni, la cui superficie massima passa da 750 a 1.200 centimetri quadrati.

In piazza Staglieno e via Dante (le zone interessate dalla nuova pavimentazione) il dehor può essere posizionato in posizione adiacente all’edificio che ospita l’attività commerciale, mentre è vietato l’utilizzo di pedane.

Eliminati anche il limite al diametro degli ombrelloni collocati negli spazi pubblici e l’obbligo di rimuovere gli arredi mobili alla fine di ogni giornata lavorativa.

“Anche in considerazione del nuovo assetto (urbanistico e viario) determinato dalla riqualificazione dell’area centrale del paese – spiega il vicesindaco, Luca Del Bello – abbiamo ritenuto opportuno procedere ad una revisione generale del regolamento sull’utilizzo degli spazi pubblici: sia semplificando gli adempimenti necessari per ottenere le autorizzazioni alla posa di arredi fissi e mobili, sia razionalizzando le norme che disciplinano le dimensioni, le distanze e la gestione di queste strutture. L’obiettivo è recepire l’esigenza manifestata dagli operatori del settore di avere procedure più snelle e di facile interpretazione e applicazione, a maggior ragione in un periodo, come quello che stiamo attraversando, in cui dovranno affrontare le difficoltà connesse alla ripresa delle attività dopo l’emergenza epidemiologica. In queste condizioni è ancora più giusto che l’amministrazione faccia la sua parte e offra un aiuto tangibile mettendo a disposizione anche le professionalità degli uffici comunali”.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Comune di Levanto

Il centro estivo ha aperto lo scorso 6 luglio nell'edificio che ospita la scuola d'infanzia in corso Roma. Leggi tutto
Comune di Levanto
Numerose segnalazioni sono arrivate all'amministrazione in merito alla mancata applicazione delle norme di contenimento del Covid-19. Leggi tutto
Comune di Levanto

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa