Incendio San Vincenzo, la Cgil: "Basta case di riposo in mano quasi sempre a privati"

Il sindacato commenta la tragedia di ieri sera: "Ci stringiamo attorno alle famiglie e ai lavoratori".

Sabato, 25 Luglio 2020 12:20
L'ingresso dell'RSA "San Vincenzo" al Canaletto L'ingresso dell'RSA "San Vincenzo" al Canaletto

"L'incendio che ha colpito la RSA San Vincenzo è una tragedia indicibile, ci stringiamo attorno ai familiari della vittima e dei feriti ed ai lavoratori della struttura".

Così le segreterie spezzine di Cgil, Spi Cgil, Cgil Funzione Pubblica in una nota, che continua: "In questi mesi le RSA sono già state tristemente al centro dell'attenzione mediatica per le morti da Covid-19, un'autentica strage. Attendiamo di conoscere le dinamiche che hanno causato il rogo della San Vincenzo e se emergeranno delle responsabilità andranno perseguite. Certo è che il modello di assistenza sociosanitaria residenziale quasi totalmente affidato al privato non è quello che vorremmo: occorrono investimenti pubblici e la creazione di strutture pubbliche, con personale costantemente aggiornato e qualificato, in cui assistere ed accudire malati cronici ed anziani".

"I fondi provenienti dall'Europa - concludono dal sindacato - devono essere l'occasione di rivedere e rifondare completamente un sistema sanitario e di assistenza con un forte governo pubblico, slegato da logiche di business e con servizi di qualità accessibili a tutte le fasce sociali".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
CGIL

Via Bologna, 9

Tel.: +39 0187547111
Fax: +39 0187516799

www.cgillaspezia.it/

Ultimi da CGIL

Nomine dei docenti, è rottura

Giovedì, 17 Settembre 2020 21:37 comunicati-lavoro
I sindacati non escludono nessuna iniziativa, comprese quelle legali. Leggi tutto
CGIL
I sindacati: "Là sono stati internalizzati 200 lavoratori, bisogna vedere come si è arrivati alla soluzione e replicarla". Leggi tutto
CGIL

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa