Incidenti sul lavoro: firmato il Protocollo in Prefettura In evidenza

Nell'ambito delle iniziative per la "Settimana europea della sicurezza sul lavoro", è stato firmato questa mattina presso il Palazzo del Governo, il Protocollo d'intesa per il coordinamento delle iniziative di sostegno alle vittime di incidenti sul lavoro e ai loro familiari.

Mercoledì, 23 Ottobre 2013 18:17


Il documento è nato, in seno alla Conferenza provinciale permanente presieduta dal Prefetto, dalla collaborazione tra le Istituzioni Pubbliche e le Parti Sociali impegnate nei comuni obiettivi di promuovere la cultura della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e di assicurare il rispetto della normativa di settore.
Raccoglie la forte sollecitazione delle Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL, UIL ad assicurare nell'immediatezza dell'accaduto, ai familiari delle vittime degli infortuni sul lavoro un'attività di orientamento, per le prime incombenze di natura amministrativa e, nel prosieguo, un'azione di supporto per gli adempimenti successivi, nonché qualificati interventi di sostegno di carattere socio-psicologico.
Nel suo intervento, il Prefetto della Spezia Giuseppe Forlani ha sottolineato come "al centro di questa complessa e delicata attività vi sono i lavoratori: è alla conservazione della loro integrità fisica e psichica che sono rivolte quelle misure."
"E' in occasione di un incidente – ha concluso - che occorre dimostrare in concreto la massima attenzione verso le persone, la tragedia che si trovano a vivere, il disorientamento che rende più difficile ogni scelta sulle cose da fare. La sicurezza sul lavoro è il risultato dell'azione e dei comportamenti responsabili di tutti gli attori coinvolti: datori di lavoro, lavoratori, committenti e Enti vigilanti. Non lasciare soli gli infortunati e le loro famiglie è dovere di tutta la Comunità."
Con il Protocollo è stato predisposto un vademecum che fornisce le informazioni utili sugli interventi, sulle provvidenze che ciascun Ente mette in campo e sulle modalità per poterne beneficiare e grande è stato lo sforzo per renderlo uno strumento agile, facilmente comprensibile, meno burocratico e più pratico.
Un ruolo centrale nei meccanismi messi a punto spetta ovviamente all'ASL n. 5 Spezzino, in particolare al Pronto Soccorso, dove figure professionali appositamente formate, in sinergia con la Struttura Complessa PSAL, costituiranno il punto di contatto con i familiari, le vittime e le istituzioni, attivando uno specifico servizio di accoglienza e assistenza alla vittima ed ai familiari, che fornirà le indicazioni pratiche per l'accesso facilitato agli Uffici.
Nel corso dell'incontro è stato presentato il programma delle iniziative per la Settimana Europea che vede un forte coinvolgimento delle Istituzioni Scolastiche spezzine, da anni impegnate a promuovere la cultura della sicurezza e sono stati presentati i risultati dell'attività svolta dalla Struttura Complessa PSAL dell'ASL 5, dalla Direzione Territoriale del Lavoro, dall'INAIL e dall'Autorità Portuale.

 

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Prefettura della Spezia

Il Prefetto della Spezia Maria Luisa Inversini: "La manifestazione dei ristoratori si è mantenuta su toni pacati". Leggi tutto
Prefettura della Spezia
L’importanza dell’uso positivo di Internet Leggi tutto
Prefettura della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa