Separavano i cuccioli dalle madri e li vendevano: sgominato traffico illecito di cani In evidenza

Sei persone denunciate dai Carabinieri delle Cinque Terre. Coinvolto anche un veterinario.

Giovedì, 12 Settembre 2019 16:35

Dopo lunghe e complesse indagini condotte in seguito alla denuncia-querela presentata da una persona residente nelle Cinque Terre, i Carabinieri della Stazione “Parco” Cinque Terre hanno individuato un commercio illegale di cani di razza e denunciato 6 persone, tra cui la querelante, per i reati di frode nell’esercizio del commercio, favoreggiamento, falsità ideologica, minaccia, truffa, maltrattamento animali, cessione di cani di razza senza certificato di genealogia.

In seguito ad una querela presentata da una persona, residente nelle Cinque Terre, per avere subito minacce relative alla cessione di un cane Dobermann, i Militari della Stazione “Parco” Cinque Terre hanno condotto indagini estese a varie località del territorio nazionale (Reggio Calabria, Salerno, Modena, Cosenza) ed individuato il commercio con falsi certificati genealogici di cuccioli di cane, sottoposti a inutili sofferenze in quanto separati dalla madre e inviati con mezzo aereo prima che fossero trascorsi i 60 giorni dalla nascita, come previsto dalla normativa vigente.

I reati di truffa e frode nell’esercizio del commercio sono stati commessi anche con la complicità di un dottore veterinario, che ha dichiarato il falso nei certificati veterinari, per consentire l’iscrizione dei cani nel Libro delle Origini Italiane, così da poterli vendere come tali.

Ad uno dei denunciati è stata inoltre contestata una sanzione amministrativa di 31 mila euro per avere ceduto cani di razza privi di certificato di genealogia.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La Spezia set di un corto horror

Martedì, 27 Ottobre 2020 09:14 cultura-la-spezia
Regia di Giuliano Cimino e Katia La Galante Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Coronavirus, ASL liguri in fase 4

Lunedì, 26 Ottobre 2020 21:39 comunicati-sanità
Aumentano i posti letto a media e bassa intensità di cura. Previste assunzioni di infermieri e medici. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa