Opi, "Un concorso per riflettere su vicende deontologiche": ecco i vincitori In evidenza

Vincitrice della categoria Sanità pubblica la collega Francesca Marcelletti; per la Sanità privata vince Sabrina Tommasi, già dipendente di ASL 5 oggi in pensione

Mercoledì, 15 Gennaio 2020 15:11

La commissione preposta dell'OPI spezzino comunica i vincitori del premio ‘’Un concorso per riflettere su vicende deontologiche’’ ; il bando è stato pubblicato il giorno 17 ottobre 2019, con data di scadenza per la consegna indicata nel 22 novembre successivo; l'iniziativa ha voluto ricordare il nuovo Codice deontologico dell'infermiere, nel 2019 varato dalla FNOPI (Federazione nazionale ordini professioni infermieristiche).

Sono giunti alcuni elaborati molto interessanti e, rispetto ad una valutazione su un qualunque progetto concreto, come potrebbe essere la prevenzione di lesioni cutanee nel paziente diabetico, o la buona gestione di una linea venosa centrale, questo genere di contributi professionali è sempre di complessa e difficile valutazione.

Infatti, già la presentazione di un testo sulla ''riflessione deontologica'' di un professionista sanitario merita comunque apprezzamento e sostegno, perché è argomento difficilmente descrivibile, anche quando chi lavora lo fa nel pieno rispetto dei valori etici.

Questa premessa è necessaria per spiegare le difficoltà che la commissione ha vissuto nel comporre una graduatoria su elaborati che descrivevano ‘’aspetti di etica professionale’’, ritenendoli tutti ampiamente positivi, degni di attenzione.

Ma una classifica era comunque necessaria e, con il parere del componente esterno della giuria, il dottor Marco Contro (presidente dell’Ordine degli infermieri di Rovigo, che ringraziamo per la gradita, consueta collaborazione) la commissione ha riconosciuto come vincitrice della categoria Sanità pubblica la collega Francesca Marcelletti, iscritta di OPI La Spezia in servizio in Toscana; per la Sanità privata ha individuato il lavoro della collega Sabrina Tommasi, già dipendente di ASL 5 oggi in pensione, che è stata fra gli ‘’ideatori’’ del progetto Camper solidale con il ‘’Tavolo delle povertà’’, esperienza tuttora molto attiva nel nostro territorio con la partecipazione di tanti infermieri volontari.

Per la categoria ‘’Studenti’’ abbiamo ricevuto molti elaborati, e di questa partecipazione pensiamo che saranno soddisfatti anche al corso di Laurea in infermieristica, coordinato alla Spezia dalla collega Stefania Sannazzaro: fra i lavori pervenuti, l’elaborato di Chiara Tasso è quello risultato vincitore.

Tutti i vincitori riceveranno un premio di 250,00 euro: poiché nessun elaborato è giunto dalla categoria ‘’Infermieri Forze Armate’’ la commissione, con il parere della Tesoriera dell’OPI, ha proposto di assegnare due ulteriori premi di 100 euro ciascuno agli elaborati di Sara Carrodano (collega in servizio presso il pronto soccorso spezzino) e a quello ‘’di gruppo’’ presentato dai colleghi del blocco operatorio spezzino: Donatella Riccio, Gianni Ugo Bertoldi e Marco Di Mattia. In particolare, questo elaborato tocca i temi delle sensazioni, dell’impatto emotivo che investe chi prende parte a un intervento di donazione di organi, cioè quando -di fatto- si tratta di effettuare un intervento chirurgico che si conclude sempre con la fine di una vita, pur consapevoli che la persona è già stata riconosciuta in condizione di morte cerebrale e che il gesto della donazione degli organi salverà altre esistenze.

Citiamo questo lavoro, e il suo contenuto, perché crediamo che sia importante ricordare la grande generosità del gesto della donazione (espressamente citato come atto da sostenere, negli articoli del nuovo Codice deontologico degli infermieri 2019) e, insieme, rimarcare che i professionisti sanitari che da anni sono partecipi ai momenti di grande impatto emotivo (dolore, sofferenza, morte) non sono indifferenti (anzi) a questi passaggi, ed insieme alle attenzioni professionali sviluppano anche una esperienza umana di grande spessore.

Sono quei valori che questo nostro concorso a premi ha voluto ricordare, proprio in momenti storici nei quali sovente si verificano gravi, e pesanti fenomeni di aggressione verso i sanitari che sono preposti all’aiuto di chi si presenta in pronto soccorso, nelle corsie, di chi riceve assistenza al domicilio, e che hanno dato origine alla campagna (nata dall'OPI di Arezzo) #rispettachitiaiuta.

Grazie dunque a tutti i colleghi e agli studenti che hanno partecipato al nostro piccolo ‘’concorso’’ e l’invito a partecipare, per la consegna ufficiale del premio, alla nostra assemblea ordinaria che sarà come ogni anno annunciata per tempo, anche con lettere inviate ai recapiti in nostro possesso.

Ricordiamo infine che il nostro nuovo sito, dove verranno pubblicati i lavori dei vincitori dopo la premiazione, è www.opilaspezia.it e che in questo 2020 sarà disponibile un ''commentario'' prodotto da FNOPI sui 53 articoli del nuovo Codice; fra coloro chiamati a produrre il testo di commento, oltre ad esperti di bioetica come Sandro Spinsanti, e noti giuristi come Luca Benci, ci sono anche due componenti di questa giuria: il già citato Marco Contro, presidente di OPI Rovigo, e lo spezzino Francesco Falli, vicepresidente in carica dell'ordine provinciale.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Via Paolo Emilio Taviani, 52
19125 La Spezia

Tel. 0187/575177

Email: segreteria@opi.laspezia.it

 

 

Ultimi da OPI Ordine Infermieri La Spezia

"Se oggi avessimo attiva la rete della infermieristica di famiglia, potremmo superare molte criticità sulle quarantene e su certi ricoveri sociali, che vanno a sottrarre posti preziosi" Leggi tutto
OPI Ordine Infermieri La Spezia
Quest'anno la vaccinazione assume un rilievo ancora più importante proprio perchè è bene prevenire , perlomeno dove è possibile farlo in sicurezza, situazioni che possono creare incertezze ed ansie Leggi tutto
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa