La Polizia di Stato nel contrasto dei reati online In evidenza

Azione di monitoraggio del web a tutela degli internauti e soprattutto delle fasce più sensibili e più facilmente aggredibili dalle insidie della rete

Lunedì, 20 Gennaio 2020 14:28

Anche nel periodo delle festività di fine anno appena trascorse, la Polizia Postale della Spezia ha continuato la costante azione di monitoraggio del web a tutela degli internauti e soprattutto delle fasce più sensibili e più facilmente aggredibili dalle insidie della rete spesso attratte da offerte apparentemente vantaggiose.

A seguito di tale attività, ed in riferimento alla ricezione di diverse querele da parte di cittadini spezzini, il personale della Sezione della Spezia ha intrapreso un’ indagine per truffa on-line, deferendo 5 persone residenti sul territorio nazionale.
Di questi, tre soggetti sono risultati responsabili di avere pubblicato inserzioni su portali di acquisti online relative ad oggetti di consumo, quali telefoni cellulari, cuffie wireless e biciclette elettriche e, dopo aver ricevuto il pagamento per gli oggetti acquistati, non hanno più risposto agli acquirenti.
Mentre, un soggetto della provincia di Cagliari, risultato dagli accertamenti esperiti amministratore di una società di vendita di prodotti di riscaldamento domestico, dopo aver pubblicato sul proprio portale online vantaggiose offerte relative a pancali di pellet, in seguito alla vendita, non ha spedito agli acquirenti la merce venduta. Dall’attività investigativa, è risultato che ha tratto in inganno numerose persone su tutto il territorio nazionale attraverso inserzioni pubblicate sul proprio portale.

Infine, un altro individuo di Napoli, è stato deferito all’AG per aver pubblicato polizze assicurative ad un prezzo scontato e, successivamente al pagamento ricevuto dalle vittime inconsapevoli, fornito loro false documentazioni relative ad esse.

A fronte dell’intensa attività di indagine, la Polizia Postale non ha comunque tralasciato l’impegno preso nei confronti degli studenti, continuando gli incontri presso gli istituti scolastici, nel corso dei quali, gli operatori specializzati illustrano i pericoli insiti nella navigazione internet o nell’uso dei social media, sensibilizzandoli ad un uso consapevole e responsabile di questi strumenti tanto “normali” quanto potenzialmente pericolosi che, in questi giorni di saldi online, stanno mietendo ulteriori vittime.
In ultimo gli esperti della Polizia Postale hanno incontrato gli studenti dell’Istituto Comprensivo I.S.A.1 – Scuola Media “J.Piaget” della Spezia.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra- Tanti i punti interrogativi sulla formazione bianca Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Prorogata invece l'ordinanza regionale per la Provincia della Spezia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa