Stampa questa pagina

Disagi in Carbognano e via Vecchia, Paoletti: "Bisogna evitare una nuova Vernazza" In evidenza

di Doris Fresco - Si è svolto l'incontro sui disagi legati ai cantieri. L'amministrazione non ha dubbi: "Riqualificare il canale era prioritario per scongiurare tragedie".

Martedì, 18 Febbraio 2020 20:56

Cantieri da anni dalla costruzione del parcheggio Lerici Centro, alla costruzione delle villette a schiera sotto la strada che porta a Tellaro, fino ad arrivare al cantiere per la riqualificazione del canale. I residenti della zona che oggi hanno chiesto un incontro con l'amministrazione lamentano la situazione che da anni sta interessando l'area tra via Vecchia e Carbognano.

"Vogliamo date certe per la conclusione dei lavori in corso - commentano - e sapere se e quando ci saranno altri interventi". A questo proposito si parla, ad esempio, di un possibile progetto per la riqualificazione delle ex case popolari, da anni chiuse.

La zona di Villa Bolla, poi, dopo l'abbandono definitivo del progetto casa di riposo da parte della Parrocchia, oggi è teatro del parcheggio e per una parte di un futuro progetto residenziale.

"In molti ci hanno chiamato nei mesi scorsi e ci siamo fatti da tramite per organizzare questo incontro", ha spiegato Bernardo Ratti, presidente del Comitato di Frazione.

All'assemblea, che si è tenuta oggi pomeriggio alle 18 nella sede del comitato, hanno preso parte il sindaco Leonardo Paoletti e l'assessore ai lavori pubblici Marco Russo.

Ma i disagi nel quartiere non sono solo legati ai cantieri in corso: "Purtroppo facendo un giro tra via Vecchia e Carbognano si trovano deiezioni dei cani e ovviamente questa è responsabilità dell'educazione di ognuno, ma in questa sede è giusto parlare anche di questo e invitare a denunciare i responsabili", ha spiegato Andrea Esposito del Comitato di Frazione.

Sui cantieri comunque interviene l'amministrazione: "I disagi legati ai cantieri sono preventivati purtroppo, i lavori di cui stiamo parlando riguardano la concessione dell'agibilità dei parcheggi e la messa in sicurezza del canale non era più rimandabile, ma sarebbe stato opportuno farlo anni fa. Negli anni i progetti dei parcheggi si sono susseguiti e ora possiamo attuare le originali prescrizioni mentre si stanno costruendo i nuovi parcheggi a raso. È chiaro che i tempi si sono allungati e noi abbiamo fatto il possibile per sollecitare, spingendo perché si intervenisse".

Il lavoro sul canale dunque non era più rimandabile: "Nella parte alta di Carbognano ha risolto il problema delle esondazioni e del riversamento di detriti in strada che avveniva con le bombe d'acqua. La tempistica è aggravata dal fatto che via Vecchia è una strada particolare, ma il canale attraversa Lerici per tutta la sua lunghezza e metterlo in sicurezza deve essere prioritario. L'ideale sarebbe stato ritardare l'apertura del silos, purtroppo non è stato così. Quello che vogliamo fare è evitare una tragedia come quella avvenuta a Vernazza".

Commenta anche Russo: "Il cantiere ha previsto la rottura totale della strada, ma abbiamo ottenuto la riqualificazione dei sottoservizi compresi gli allacci alla fognatura. Sono stati giorni complicati, ma tutto è andato liscio. Entro il 15 aprile via Vecchia sarà riasfaltata e la fine dei lavori è prevista per metà maggio, ma all'interno del cantiere privato non abbiamo modo di intervenire".

La situazione non sembra essere migliore scendendo più a valle: "Anche la zona del Parco della Rimembranza è tragica". Anche su questo interviene Russo: "Purtroppo chi ha costruito il parcheggio non ha pensato alla regimazione delle acque, per questo ci stiamo muovendo per fare questo intervento molto importante e per quel che riguarda l'illuminazione ci informeremo e vedremo di intervenire".

Gli interventi sul Carbognano non finiscono qui: oltre alla regimazione delle acque c'è un progetto complessivo, perché il problema del canale è un problema di tutto il paese.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La classifica dei mestieri che renderebbero più inclini al tradimento o lo renderebbero potenzialmente più semplice. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Record di tamponi, più di 6mila. Alla Spezia scendono i ricoverati, ma c'è una vittima. La situazione a Genova preoccupa, si va verso l'adozione di restrizioni. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa