Emergenza Covid- 19, la Marittima di Lerici in prima linea per i cittadini e i naviganti In evidenza

Mascherine consegnate alle associazioni del territorio e una raccolta fondi per la "Stella Maris- Apostolato del Mare"

Giovedì, 02 Aprile 2020 12:20

"Anche la Società Marittima di Mutuo Soccorso ha dovuto, ovviamente, annullare la programmazione annuale di attività", spiega Bernardo Ratti, presidente della Marittima, sottolineando come, nel suo piccolo, continua a rimanere attiva. Precisa infatti Ratti: "Come insegna la nostra storia e come da mandato, cerchiamo di fare qualcosa in questo momento difficile".

Un esempio è rappresentanto senza dubbio dalle 'pillole di storia', ma anche da altre iniziative culturali e solidarietà: "Le comunicazioni tra soci e consiglieri naturalmente continuano con i vari canali alternativi, per decidere come operare".

Una di queste iniziative si sta concretizzando in queste ore: "Tramite un amico, Luigi Faliva, sempre pronto a dare una mano, abbiamo avuto disponibilità di un certo numero di mascherine, inviateci gratuitamente- racconta Bernardo Ratti- Mascherine che abbiamo provveduto a consegnare in parte alla Pubblica Assistenza, in prima linea in questa emergenza e a conoscenza dei bisogni delle necessità, che approfittiamo per ringraziare per il lavoro svolto, in parte ad altri enti che ne avevano bisogno. Potrebbe esserci la possibilità di averne altre e, nel caso, sarà nostra cura metterle a disposizione".

Ma non solo: "Come Consiglio si è anche deciso di iniziare una raccolta fondi a favore della 'Stella Maris - Apostolato del Mare' della Spezia. Importante realtà a sostegno dei Marittimi e dei lavoratori del mare. La Parrocchia è l'unica sita nell'area di un porto in tutto il territorio nazionale".

Racconta Alessandro Mamino, vice presidente della Marittima e Comandante lericino: "I marittimi troppo spesso sono invisibili alla società. Lontani dalla famiglia a causa dei lunghi periodi di navigazione, con la sensazione, purtroppo vera, di essere poco o niente considerati. Quando arrivano in un porto a volte non possono uscire dall'area portuale, e in questo momento di Emergenza sanitaria sono di fatto segregati a bordo, italiani e stranieri, anche in porti esteri".

La presenza di un centro come L'Apostolato del Mare con volontari e il cappellano all'interno del porto, può essere un punto di riferimento per chi ha navigato per settimane e, come ora, è di fatto a bordo senza possibilità di scendere. Equipaggi di mercantili, di tutte la nazionalità, non solo di navi da crociera.

I versamenti, assieme ad un contributo della "Marittima", saranno gestiti da Paola Pescatori, Segretaria e saranno poi girati. Possono essere effettuati sul conto corrente della Società Marittima (Iban IT 35 U 03111 49770 000000000036 - Causale "Offerta Stella Maris").

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra - Una serata che rilancia le ambizioni delle Aquile a quota 53. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Lo Spezia batte il Cosenza 5 a 1 al Picco. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa