I reati cadono in prescrizione, lo stabilimento "Inerti Muto" restituito ai proprietari In evidenza

L'impianto di Vezzano era stato sequestrato nel 2014: mancava l'autorizzazione alle emissioni ed erano state accertate altre violazioni.

Martedì, 09 Giugno 2020 16:25

I militari del NIPAAF Carabinieri Forestale della Spezia sono intervenuti presso lo stabilimento della società “Inerti Muto” srl, nel comune di Vezzano Ligure, che svolge attività di frantumazione inerti, per dare esecuzione a quanto disposto dal tribunale della Spezia restituendo l’impianto di lavorazione, i materiali presenti all’interno e i beni che erano stati sequestrati il 30 giugno 2014.

Il sequestro era stato disposto dal sostituo procuratore Giovanni Maddaleni per le violazioni all’autorizzazione della Provincia della Spezia. Era stato infatti accertato che la “Inerti Muto” srl e la “Granulati Muto” srl esercitavano l’attività di frantumazione inerti e produzione di ciottolatura di carbonato di calcio senza la prescritta autorizzazione alle emissioni in atmosfera.

Inoltre era stato accertato che le lavorazioni avvenivano anche in orario notturno e che non venivano attivati gli impianti di abbattimento delle polveri, oltre ad altre irregolarità inerenti le acque necessarie per il funzionamento dell’impianto.

Trascorsi ormai quasi sei anni dagli accertamenti, i reati contestati sono caduti in prescrizione ed in data odierna tutti i beni sono stati restituiti agli aventi diritto.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra - Prevedibile turnover tra gli aquilotti. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il Consigliere regionale: "Anche loro hanno vinto le elezioni, ma non avevano ragione". Cambiamo!: "Parole che ci fanno orrore, chieda scusa" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa