Accendini di marca a prezzi stracciati su Facebook, ma erano rubati In evidenza

Due anni di indagini dei carabinieri di Vezzano.

Martedì, 16 Giugno 2020 14:45

 

I carabinieri di Vezzano Ligure, al termine di una prolungata attività di indagine, sono riusciti a risalire all’identità del soggetto che aveva messo in vendita su Facebook accendini ed oggettistica di valore, rubati dal deposito della nota marca “Zippo”.

Le indagini dei carabinieri, avviate nel febbraio del 2018, quando l’amministratore delegato della società Zippo Italia aveva denunciato il furto di un ingente quantitativo di accendisigari ed altri oggetti con marchio depositato della società, non si sono mai interrotte.

I militari di Vezzano, monitorando il mondo del digitale dove si trova in vendita di tutto, hanno individuato il profilo Facebook di un 27enne spezzino, già stato alle dipendenze della ditta con sede a Vezzano, il quale offriva accendini ed altri oggetti marcati Zippo a prezzi stracciati rispetto al valore di mercato.
Insospettiti da tanta magnanimità, i carabinieri hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria della Spezia l’emissione del decreto di perquisizione dell’abitazione del giovane per ricercare eventuale refurtiva.

Così, alle prime luci dell’alba, i carabinieri si sono presentati a casa del ragazzo ed hanno proceduto alla perquisizione dei locali, dove hanno rinvenuto ben 250 accendisigari e molti altri oggetti, tra cui occhiali da sole, porta monete ed accessori marcati Zippo, riconosciuti dal denunciante tra quelli rubati.

L’operazione si è conclusa con il sequestro della refurtiva, il cui valore è stimato in alcune decine di migliaia di euro, e la denuncia in stato di libertà del giovane per il reato di ricettazione.
Rischia una pena fino a 8 anni di reclusione e 10.000 euro di multa.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra - Prevedibile turnover tra gli aquilotti. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il Consigliere regionale: "Anche loro hanno vinto le elezioni, ma non avevano ragione". Cambiamo!: "Parole che ci fanno orrore, chieda scusa" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa