massardo kassamatis massardo kassamatis
TOTI SANSA MASSARDO SALVATORE CASSIMATIS
CHIAPPORI CARPI  VISIGALLI BENETTI RUSSO
383.053
265.506 16.546 6.088 1.244 3.569 576 1.129 3.165 1.614
 56.13%   38.90% 
  2.42% 0.89%
  0.18% 0.52%  0.08%  0.17%  0.46%  0.24% 

REGIONALI 2020

AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE 

Frana alle Rosse In evidenza

Rocce e terra si sono staccati dalla scogliera e sono finiti in mare.

Mercoledì, 24 Giugno 2020 16:10

Erano circa le 14.00 di oggi quando da una parte della scogliera delle Rosse, a Porto Venere, sono cadute rocce e terra in mare, sollevando un denso polverone.

"E' appena terminato il sopralluogo della Guardia Costiera e non risultano persone coinvolte nella frana", conferma il sindaco di Porto Venere Matteo Cozzani, sotolineando come nella zona sia in vigore una ordinanza che vieta l'ancoraggio delle imbarcazioni a meno di 100 metri dalla costa.
"Il 23 agosto 2017, con Capitaneria di Porto e Soccorso Alpino, abbiamo messo due cartelli alle Rosse ed un cartello alle Nere per segnalare il divieto. L'ordinanza è in vigore ed invito ancora una volta tutti i diportisti a rispettarla".

La zona, infatti, è a rischio e soggetta ad episodi come quello di oggi: "Questa volta c'erano imbarcazioni non lontane e la frana è stata vista bene e foto ed immagini fanno il giro del web, ma episodi ci sono stati anche in passato, magari la notte o in inverno, quando nessuno ha visto, e non hanno avuto pertanto clamore: questo per sottolineare come la zona sia soggetta a smottamenti, quindi massima attenzione", conclude Cozzani.

Ad accorgersi della frana è stato un cittadino che ha chiamato la Capitaneria di Porto, arrivata sul posto con la motovedetta SAR CP 865, il battello veloce GC A 69 e la CP 580, già in mare, impegnata nei controlli di sicurezza della balneazione.

Accertato prima di tutto che nessuno fosse rimasto coinvolto, la Guardia Costiera ha provveduto poi a far allontanare ulteriormente le unità da diporto presenti in zona.

Ricordiamo, inoltre, che come previsto dall’ordinanza nr. 187 del 13 agosto 1994 “lungo la fascia costiera del Circondario Marittimo della Spezia in corrispondenza di costoni rocciosi a picco sul mare, è vietata la sosta ed il transito di persone e unità navali entro la fascia di trenta metri dal piede del costone nonchè il divieto di ingresso nelle grotte marine”.

Tale divieto è altresì ribadito dalla vigente ordinanza di sicurezza balneare nr. 82/2014 la quale in merito prevede che: “nelle acque sottostanti le scogliere a picco del Circondario Marittimo della Spezia, la navigazione finalizzata all’ancoraggio sottocosta deve, comunque, essere effettuata con la massima attenzione a causa delle interdizioni dovute al pericolo di eventuali movimenti franosi, in ogni caso ad una idonea distanza di sicurezza non inferiore a i 30 metri”.

 

 

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Costantino Eretta si toglie la veste da candidato e torna vicesindaco di Sarzana, ma commenta i risultati della tornata elettorale: "Buon risultato per il partito e ho triplicato il consenso… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Le bianconere apriranno la manifestazione venerdì alle ore 12. Coach Corsolini: "50-50, sarà una partita equilibrata" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa