Stampa questa pagina

Il Sito Unesco Porto Venere, Cinque Terre e Isole in un virtual tour e in un libretto illustrato In evidenza

Per scoprire i valori custoditi nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO e sensibilizzare alla fruizione consapevole di questo straordinario paesaggio culturale.

Venerdì, 15 Gennaio 2021 20:19

 

Un viaggio tra terra e mare da Porto Venere alle Cinque Terre passando per le Isole Palmaria, Tino e Tinetto, ai tempi della pandemia, per scoprire e far conoscere le peculiarità e i valori identitari che hanno reso questi luoghi tanto unici da ottenere il prestigioso riconoscimento UNESCO.

Ad un virtual tour e un libretto illustrato a fumetti, i nuovi prodotti editoriali realizzati dall’ufficio del sito UNESCO, il compito di offrire un’occasione di conoscenza che sia coinvolgente, seppure in remoto, e di stimolo ad una fruizione consapevole, al di là della semplice promozione turistica.

L’iniziativa, improntata sull’uso di linguaggi e stili di racconto differenti e innovativi, è stata realizzata nell’ambito del Progetto “Gestione integrata dei valori, degli attributi e dei rischi del paesaggio del sito UNESCO di Porto Venere, Cinque Terre e le Isole (Palmaria, Tino e Tinetto)”, finanziato ai sensi della L. 77/2006, allo scopo di promuovere e divulgare i valori e le fragilità di questo straordinario tratto dell’estremo levante ligure: un paesaggio culturale, emblema dell'armoniosa interazione tra l'uomo e una natura dal fascino talvolta ostile, in cui la peculiare disposizione dei borghi, stratificati e in costate rapporto con il mare, la trasformazione di ripidi versanti in terrazzamenti per la coltivazione della vite e dell’ulivo, ed un sistema diffuso di manufatti secolari, testimoniano una storia millenaria ancora oggi determinante nella vita della comunità, da proteggere e conservare.

Il Virual Tour a cura dalla società Ikon S.r.L., oggi disponibile anche in lingua inglese (cliccando qui) offre un’esperienza multimediale e dinamica del paesaggio compreso tra le Cinque Terre e Porto Venere. Il tour digitale cattura infatti l’attenzione con suggestivi video aerei, centinaia di fotosfere, ai quali fanno eco numerosi approfondimenti ed è di facile consultazione grazie ad una mappa interattiva che consente all’utente di scegliere tra i diversi percorsi tematici e accedere al complesso di valori materiali e immateriali diffusi nel sito: ambienti naturali, terrazzamenti, sentieri, insediamenti archeologici, sistemi difensivi, emergenze monumentali e geologiche, testimonianze documentali e tanto altro ancora.

Nell’opuscolo, che poi è quasi un piccolo libro, realizzato anche in versione digitale, il racconto è invece affidato al linguaggio illustrativo, allegro ed evocativo, del disegnatore, fumettista e giornalista Davide Besana. Una mini guida che verrà tradotta in inglese, francese e cinese. 826, numero di iscrizione alla Lista dei Patrimoni Mondiali nel 1997, è il titolo del progetto editoriale che, attraverso l’immediatezza e la semplificazione di contenuti complessi come solo il fumetto sa fare, riesce a condividere tutto quello che c’è da sapere sul sito. Una sintesi di immagini e informazioni utili sul paesaggio, le sue caratteristiche e le minacce alla sua conservazione.

L’anteprima del libretto - in corso di distribuzione presso gli Info Point del Parco Cinque Terre, le Pro Loco, le biblioteche e le sedi dei Comuni del Sito e della Buffer Zone - è disponibile cliccando qui.

«In questo particolare momento storico, segnato dall'emergenza sanitaria e dalle conseguenti restrizioni, è essenziale rafforzare le azioni di tutela e di sensibilizzazione dello straordinario patrimonio italiano che UNESCO ha voluto elevare a siti di interesse mondiale. Per tenere viva l’attenzione sull’intreccio di valori culturali, storici e ambientali custoditi dal sito UNESCO Porto Venere, Cinque Terre e Isole Palmaria, Tino e Tinetto occorre un rinnovato impegno di comunicazione per orientare ad una fruizione consapevole i cittadini e i turisti che ci auguriamo torneranno presto a viaggiare. Dichiara Donatella Bianchi, Site manager del Sito UNESCO - Il virtual tour e il libretto illustrato, realizzato anche in versione digitale per facilitarne la diffusione, sfruttano strumenti oramai di uso comune e giocano su differenti linguaggi emozionali. Questo ci consentirà di raggiungere nuovi target che vogliamo attrarre sul territorio, primo fra tutti i giovani “nativi digitali”. Far conoscere il Sito UNESCO, le sue caratteristiche, gli obiettivi di gestione e le ricadute che questi hanno sul territorio, è oggi una priorità. Identità, bellezza e fragilità rendono unico il nostro paesaggio e ne minacciano la conservazione per le generazioni future.»


SITO UNESCO “PORTO VENERE, CINQUE TERRE E LE ISOLE (PALMARIA, TINO E TINETTO)”
Il Comitato del Patrimonio Mondiale ha deciso di iscrivere il sito Porto Venere, Cinque Terre e le Isole (Palmaria, Tino e Tinetto) nella lista nel 1997, (Napoli, Italia - 21a sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale – 1-6 dicembre 1997), sulla base dei criteri (ii), (iv) e (v) considerando la Riviera ligure orientale, compresa tra le Cinque Terre e Porto Venere, come un sito culturale di eccezionale valore poiché rappresenta l’armoniosa interazione instaurata tra l’uomo e la natura; tale interazione ha determinato un paesaggio notevole dal punto di vista estetico che testimonia uno stile di vita tradizionale più che millenario, ma che continua a svolgere un importante ruolo socio-economico nella vita della comunità.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La donna ha riportato ferite da taglio multiple al collo, al torace e all'addome. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Massimo Guerra - Una minuscola casa editrice che pubblica King e Pennac, la voglia di aiutare gli scugnizzi di Napoli ad avvicinarsi alla lettura. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa