Dichiarano il falso per ottenere i contributi del Parco: denunciati dai Carabinieri

L'accusa è di falso ideologico in atto pubblico e di tentata truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche

Venerdì, 19 Febbraio 2021 16:58

Durante le verifiche atte ad accertare il possesso dei requisiti per la concessione di contributi finalizzati alla ricostruzione di muri a secco di terreni coltivati, i militari della Stazione Carabinieri Parco Cinque Terre hanno denunciato alcuni richiedenti per i reati di falso in atto pubblico e di tentata truffa.

I militari della Stazione Carabinieri Parco Cinque Terre unitamente ai tecnici incaricati dall’Ente Parco, durante le verifiche condotte ai fini della concessione di contributi per la ricostruzione di muri a secco, hanno denunciato alcuni privati di falso ideologico in atto pubblico e di tentata truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, che non saranno quindi loro concesse.


I contributi sono devoluti dall’Ente Parco per il ripristino senza utilizzare cemento o altro legante dei muri crollati a causa delle avverse condizioni meteorologiche dei mesi di novembre e dicembre 2019, ubicati al di fuori dei centri urbani, a sostegno di terreni agricoli effettivamente coltivati. Diversamente da quanto dichiarato per l’ammissione al contributo e cioè di possedere i requisiti previsti, alcuni muri sono stati ricostruiti con l’uso di cemento, in zone non coltivate, all’interno dei centri urbani e crollati in tempi diversi da quelli indicati.


Il comportamento illecito, oltre ad avere conseguenze penali, avrebbe privato gli aventi diritto dei benefici concessi per il mantenimento dei terreni effettivamente coltivati.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Covid: numeri stabili nello spezzino

Lunedì, 18 Ottobre 2021 17:28 cronaca
Restano 7 i ricoverati, di cui 2 in terapia intensiva. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa