La socialità: un bene primario dell’Alpinismo Lento In evidenza

"Non allontanare le persone", dal mare alle valli e fino alle montagne

Venerdì, 23 Aprile 2021 09:23

Alcuni comportamenti, riscontrati anche lungo i sentieri, inducono l’associazione Mangia Trekking ad un richiamo. Il coronavirus divide le persone e distacca le famiglie. Tanta parte dell’economia, soprattutto quella connessa con la ristorazione ed il Turismo, è in sensibile sofferenza. Anche le relazioni sociali tra le persone sono diminuite. Un eccessivo uso di tecnologie ed un errato rapporto con medicinali ed alimenti, conducono tante persone verso la pigrizia e l’indolenza.

Così l’associazione Mangia Trekking, nel rispetto del distanziamento, e delle norme di tutela della salute, in collaborazione con gli Enti Parco del mare, ( Cinque Terre e Porto Venere ) delle valli (Montemarcello Magra Vara), delle Montagne ( Appennino tosco Emiliano e Alpi Apuane ) e alcuni Comuni di Toscana, Liguria ed Emilia, propone quale antidoto, le attività sportive di alpinismo lento di gruppo negli ambienti naturali.

Vivere quanto più possibile all’aria aperta, a contatto della natura, incontrando amici e socializzando. Salutare ( come è sempre avvenuto prima del Covid – 19 ) e non girarsi dall’altra parte ( benché muniti di mascherina ), quando si incontrano persone lungo i sentieri. Contribuire ad incrementare la vita delle antiche vie nel verde.

Sono attività che tra l’altro, come si evince dai dati di mercato, stanno sostenendo fattivamente le aziende e gli esercizi commerciali dei settori dell’alpinismo, dell’escursionismo e dell’outdoor in genere.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - Dalla privacy che impedisce ai medici di sapere chi tra i loro pazienti è vaccinato e chi no, ai timori di dover diventare essi stessi burocrati… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa