"Toti fa un'altra passerella a Sarzana, ma le sue scelte hanno desertificato la sanità spezzina"

Duro intervento del Manifesto per la sanità locale contro il presidente della Regione.

Domenica, 02 Maggio 2021 11:30

"Domani, lunedì 3 maggio, il presidente della Regione sarà in visita al centro vaccinale di Sarzana (definito hub).

Lo dobbiamo ringraziare per questo suo “interessamento” o possiamo suggerire qualcosa di diverso?

L’interessamento e le precise scelte politiche del presidente - in perfetta continuità con le precedenti amministrazioni regionali - hanno, nell’ultimo quinquennio, ulteriormente desertificato la ASL 5:
1) importanti primariati eliminati o non sostituiti;
2) non sostituiti medici e infermieri pensionati o trasferiti, a fronte di una dotazione organica già ingiustamente sottodimensionata rispetto alla media ligure;
3) 50 milioni di mobilità passiva nel 2019 (erano 36 nel 2016), che significa obbligare i cittadini spezzini a farsi curare lontano da casa;
4) il nuovo Felettino che vedrà la luce – speriamo – nel 2026, con 6 anni di ritardo rispetto a quanto promesso dallo stesso Presidente nell’ottobre 2016;
5) affrontare la pandemia – nella prima fase – scegliendo di “contagiare” due ospedali, senza adeguati DPI per gli operatori, con tamponi solo a Genova;
6) abbandonare i medici di medicina generale e il territorio dopo aver raso al suolo le cure primarie;
7) distruggere il Dipartimento di Prevenzione e lasciarlo con un solo primario (Veterinario), Dipartimento che avrebbe dovuto affrontare il contact tracing e la campagna vaccinale Covid;
8) affrontare l’ondata Covid di settembre 2020 senza i Primariati fondamentali di Pneumologia, Direzione Sanitaria, Igiene Pubblica, Geriatria, Pronto Soccorso, Trasfusionale;
9) non garantire la chirurgia di elezione dal marzo 2020 (pare 1.400 interventi ortopedici fermi), costringendo le persone della provincia ad andare in Regioni vicine (Covid free?) anche per patologie oncologiche;
10) mantenere chiuse le sale operatorie a Sarzana, a parte Oculistica, dal marzo 2020 per mancanza di personale, destinato ai reparti Covid, alle tende triage, alla campagna vaccinale, in Rianimazione.

A fine dicembre la Regione ha cambiato il 50% della dirigenza, anche per affrontare la campagna vaccinale; campagna possibile solo grazie all’abnegazione del (poco) personale a disposizione e dopo aver arruolato anche medici volontari; tutti che lavorano per la propria gente.

Tutte queste scelte sono state facilitate anche da una completa accondiscendenza degli yes man a capo delle amministrazioni locali, proni ad ogni decisione della Regione a motivo solo di una acritica adesione di parte. Non lo ringraziamo quindi per il suo “interessamento”, ma un suggerimento si impone.

James Surowiecki (giornalista del “The New Yorker”) ha scritto che i gruppi più saggi sono quelli composti da individui che hanno opinioni differenti. Decisori saggi sono così quelli che considerano punti di vista opposti al proprio, per guardare ai problemi da varie prospettive e riuscire ad affrontarli nel modo migliore. Mediti, presidente...

Nel frattempo, passerelle e progetto del Felettino con la valorizzazione finanziaria della sanità pubblica per il lucro di imprenditori privati? Grazie, anche no!".

Manifesto per la sanità locale

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(2 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Poco prima aveva comunicato al marito di voler compiere il gesto estremo. La donna in stato confusionale è stata ricoverata. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa