Vandalizzano il parco di Castel San Giorgio, giovani scappano all'arrivo degli agenti In evidenza

Blitz della Polizia Locale: identificati due giovani. Al vaglio i filmati delle telecamere per risalire all'identità degli altri presenti.

Giovedì, 20 Maggio 2021 16:39

Erano alcuni giorni che alla centrale operativa della Polizia Locale arrivavano chiamate allarmate di cittadini e operatori del Museo Archeologico del Castello San Giorgio, che segnalavano la presenza di gruppi incontrollati di giovani, sprezzanti non solo delle norme anticontagio, ma anche di quelle a tutela dell’arredo urbano e del patrimonio culturale, tanto da recare danni alle strutture fisse e mobili delle aree verdi intorno al Castello.

Così, nel tardo pomeriggio di ieri, all’ennesima chiamata proveniente dalla scalinata San Giorgio, che segnalava assembramenti vietati e presenze all’interno dell’area verde nonostante la chiusura al pubblico, gli agenti della Polizia Locale hanno organizzato il blitz. Dopo aver preso nei giorni scorsi preventivi accordi con la direzione del Museo Archeologico, così da essere in possesso delle chiavi del Parco del Castello, sono intervenuti in forze in modo da accerchiare i giovani, presidiando i varchi di acceso dell’area dalla scalinata San Giorgio, via XXVII Marzo e scalinata Itala Mela.

Alla vista delle uniformi i ragazzi si sono dati alla fuga, saltando le recinzioni del parco museale e allontanandosi in tutte le direzioni. Due giovani però non sono riusciti a scappare per tempo e sono stati immediatamente identificati dagli agenti.

La posizione dei coinvolti è al vaglio della Polizia Locale: gli adolescenti fermati rischiano sanzioni fino a 500 euro per essere entrati nel Parco del Castello nonostante l’orario di chiusura al pubblico e per non aver rispettato le norme anti-contagio.
È inoltre in corso l'analisi dei filmati delle telecamere del circuito di videosorveglianza per risalire all’identità degli altri presenti, che approfittando del parapiglia iniziale si sono dileguati.

Dopo oltre un anno di dure rinunce, è comprensibile che i giovani ora abbiano bisogno di svago e distrazione, tuttavia non è accettabile che per divertimento vengano danneggiati i beni del patrimonio storico, artistico e culturale della città, quindi - fa sapere la Polizia Locale - ogni comportamento irresponsabile che metta in pericolo la salute delle persone e la tutela delle aree pubbliche urbane continuerà ad essere perseguito secondo le regole.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - Probabilmente sarà presentato già domani. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Giacomo Cavanna - Primo appuntamento con pittori e ballerini per la serata organizzata dalla Consulta Giovani. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa