Stampa questa pagina

Il Consorzio e la scuola si incontrano lungo le sponde del Canale Lunense

 

Studenti dell'agrario a lezione di irrigazione

Lunedì, 07 Giugno 2021 11:00

 

 

Il mondo della scuola e quello del Consorzio di bonifica e irrigazione si sono incontrati lungo le sponde del Canale Lunense, nel tratto della ciclopedonale all'altezza dei sifoni di Ponzano Magra, dove gli studenti della 4F dell'Agrario Arzelà di Sarzana hanno assistito a una vera lezione in campo aperto sul tema dell'irrigazione.

I ragazzi si sono ritrovati lì, accompagnati dal professor Massimo Caleo, dopo una lunga passeggiata iniziata dalla loro scuola in piazza Ricchetti (con tanto di incontro con un gruppo di pellegrini sulla via Francigena). Ad accoglierli hanno trovato Francesca Tonelli, Corrado Cozzani e Cristiano Pastine, rispettivamente presidente, direttore e geometra del Consorzio irrigazione bonifica Canale Lunense, ente storico con sede a Sarzana e un comprensorio esteso in Val di Magra e parzialmente a Lerici, Aulla, Fosdinovo.

Si è parlato dell'asta artificiale irrigua e delle linee a pressione e a scorrimento, della storia idraulica e dei progetti di sviluppo legati al Canale Lunense, del principio dei vasi comunicanti e dei servizi dell'agricoltura; non sono mancati accenni all'attività di bonifica, per finire la giornata con la visita alla centrale idroelettrica posta nel complesso di via Paci, presso la sede del Consorzio, praticamente in centro città.

Gli studenti sono rimasti particolarmente colpiti da quest'ultima opera che produce circa 600 megawatt annui di energia pulita, sfruttando un salto di 6 metri dell'acqua portata dal Canale Lunense la cui presa è situata sul fiume Magra a Stadano, comune di Aulla, prima di percorrere per 24 chilometri tutta la piana della vallata del Magra.

A conclusione della 'lezione' scuola e consorzio si sono scambiati cordiali convenevoli.

"Abbiamo apprezzato - ha detto il professor Massimo Caleo - l'analisi storica e le prospettive che il Canale si è dato. Tutto questo si può sintetizzare in due parole radici e ali. Radici per quello che è stato il contributo del Consorzio al territorio, ali per il futuro nuovo sviluppo"

"Ringrazio il professor Caleo e gli studenti della 4F – gli ha fatto eco il presidente Francesca Tonelli - per la piacevole visita. Abbiano visitato alcuni punti del Canale Lunense, compresa la centrale idroelettrica; abbiamo parlato dell'importante ruolo del Consorzio per il nostro territorio; abbiamo sottolineato lo sforzo comune del Consorzio e della scuola agraria a favore dell'agricoltura".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il commento di mister Thiago Motta dopo la vittoria contro il Venezia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa