Ruba cellulare e chiede denaro per restituirlo: denunciato dalla Polizia di Stato In evidenza

La sua posizione è ora al vaglio dell’Ufficio Immigrazione per i provvedimenti conseguenti 

Venerdì, 18 Giugno 2021 13:39

 

Nella mattinata di ieri, un uomo, residente in altra Provincia, si è presentato in Questura denunciando che poco prima, in Corso Cavour, aveva subito il furto del proprio telefono cellulare e che il ladro gli stava chiedendo del denaro in cambio della restituzione dell’oggetto.


L’uomo, che risiede fuori provincia, impegnato in città per impegni privati, era andato a recuperare la propria auto e, avendo trovato una multa sul parabrezza, aveva chiesto informazioni ad un passante, che si era finto disponibile ad accompagnarlo per il pagamento della sanzione.


Lungo il tragitto in macchina, però il giovane, approfittando di una fermata del mezzo, scendeva improvvisamente e si allontanava in tutta fretta. La parte lesa si rendeva immediatamente conto dell’asportazione del cellulare che teneva accanto a sé nell’abitacolo, richiedeva dunque l’aiuto della Polizia di Stato, fornendo una descrizione dell’autore per l’inizio delle ricerche.


La vittima, una volta in Questura, specificava altresì di aver ricevuto, su un’ altra utenza telefonica a sua disposizione, diverse telefonate e messaggi nei quali gli veniva richiesta la somma di 50€ per poter tornare in possesso del telefono sottratto.


Nel frattempo, nel corso della perlustrazione cittadina successiva alle prime segnalazioni, la Volante di zona individuava un giovane corrispondente alla descrizione fornita; questi, cittadino marocchino di 20 anni irregolarmente soggiornante e gravato da numerosi precedenti di polizia tra cui furto e ricettazione, nel vano tentativo di eludere le sue responsabilità, consegnava spontaneamente al personale di polizia un telefono cellulare asserendo che doveva consegnarlo al proprietario.


Accompagnato presso gli uffici della Squadra Volante, una volta esperiti gli accertamenti previsti, ed accertato che si trattava effettivamente della stessa persona e del telefonino rubato, veniva denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di furto e tentata estorsione.


La sua posizione è ora al vaglio dell’Ufficio Immigrazione per i provvedimenti conseguenti .

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

In tutti i casi per le vittime è stato necessario ricorrere alle cure sanitarie Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il commento dell'assessore Brogi: "Complimenti allo sport Ligure e al nostro concittadino per il grande risultato conseguito" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa