Palio Junior ex aequo? Il Cadimare dice no: "Siamo i soli vincitori" In evidenza

di Elena Voltolini - I pirati respingono la proposta del Canaletto e si dicono "offesi e rammaricati" per quanto sta accadendo.

Mercoledì, 04 Agosto 2021 20:08

“Il Cadimare è il solo vincitore, il Palio Junior è nostro e nessuno ce lo toglierà”

Non si fa attendere la replica del Cadimare alle affermazioni ed alle richieste del Presidente della borgata Canaletto, Massimo Terenziani, in merito alla vittoria del palio Junior, attribuita al Cadimare, dopo un lungo esame del fotofinish, per 4 centesimi di secondo.

“E' vero, come ha detto Terenziani, che il regolamento dice che a vincere il Palio è chi taglia per primo il traguardo – prosegue il capoborgata del Cadimare Fabio Franceschetti – bene, la nostra imbarcazione ha tagliato per prima il traguardo, come stabilito dai giudici, quindi il Palio è nostro. Nessuno toglierà il Palio al Cadimare”.

Ma non solo. Franceschetti respinge al mittente anche la proposta di un Palio ex aequo: “I giudici di gara hanno detto che abbiamo tagliato per primi il traguardo, quindi abbiamo vinto, non possiamo accogliere la richiesta del Canaletto. Nessuno deve dire che oltre al Cadimare ha vinto anche il Canaletto perchè a smentirlo sono le immagini e il verdetto della giuria. Oltre a tenerci il gonfalone ed il trofeo Maioli, riteniamo giusto che sull'albo d'oro compaia solo il nome del Cadimare, perchè il traguardo lo abbiamo tagliato per primi, quindi abbiamo vinto noi e solo noi”.

Fair-play – aggiunge Franceschetti – è anche accettare la sconfitta. I vogatori delle due borgate hanno dato prova di grande sportività abbracciandosi quando si attendeva ancora la decisione su chi fosse il vincitore e noi dirigenti ci siamo stretti le mani dopo il verdetto emesso dagli organi competenti, perchè sicuramente i complimenti vanno fatti a tutti e 8 i ragazzi e ai 2 timonieri. Ora non è bello che qualcuno strumentalizzi questi gesti”.

Secondo noi il ricorso al Giudice unico è totalmente fuori luogo e rischia anche di creare un pericoloso precedente. E' inaccettabile – conclude il capo borgata dei pirati - mettere in discussione la vittoria di un palio e quindi l'ordine di arrivo stabilito dalla giuria. Il verdetto della giuria è insindacabile. Siamo offesi e rammaricati per quanto sta accadendo”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il commento del Gruppo Consigliare "Porto Venere - Bene Comune" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
“Un risultato importante, frutto delle battaglie delle associazioni ambientaliste, delle opposizioni e che rispetta la volontà dei cittadini del territorio" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa