Provincia della Spezia: concluso il piano di interventi per messa in sicurezza delle scuole spezzine In evidenza

di Alessio Boi – Si è trattato di un investimento di 13 milioni di euro diviso in 3 anni: il più importante mai fatto nella storia della Provincia della Spezia.

Venerdì, 10 Settembre 2021 20:36

Il nuovo anno scolastico alle porte avrà un'importante novità: si presenterà con tutti gli edifici scolastici che rispettano le linee guida sulla sicurezza antisismica. Con circa 50 interventi la Provincia della Spezia si è impegnata a riqualificare tutti gli edifici che ospitano scuole superiori in tutto lo spezzino. Sono partiti nel 2019, con la presentazione dei progetti studiati dall'ingegnere Gianni Benvenuto, per concludersi con l'inizio dell'anno scolastico 2021/2022, con ancora pochi interventi che sono partiti in questo periodo e si concluderanno più tardi. Nessun giorno perso, dunque, per gli studenti a causa di lavori negli edifici scolastici.

Nei 13 milioni di euro di interventi suddivisi in 3 anni, dal 2019 al 2021 ci sono interventi che hanno interessato i seguenti istituti: asini, Cardarelli, Pacinotti, Einaudi, Fossati/Da Passano, Mazzini, Cappellini/Sauro, Parentucelli/Arzelà, la palestra di Montepertico e anche il palazzo del Provveditorato agli Studi. Il Presidente della Provincia della Spezia Pierluigi Peracchini commenta: "Una buona politica che presta attenzione ai cittadini, non guarda al consenso immediato. Il programma sulla sicurezza delle nostre scuole, degli edifici di proprietà della Provincia che ospitano gli istituti superiori, è stato voluto proprio per questo. In tre anni abbiamo concluso e avviato, si chiuderanno a breve, opere per oltre 13 milioni di euro. Facendo questo abbiamo messo in sicurezza le nostre scuole, sotto tutti i punti di vista, intervenendo sulle infrastrutture, gli impianti, i sistemi antincendio e lo stesso è avvenuto per l’adeguamento anti sismico".

"Chi studia e lavora in questi luoghi lo deve poter fare in sicurezza. Si tratta di un programma importante ed impegnativo, il più grande e complesso che l’Ente abbia mai portato avanti per il settore scolastico. Siamo intervenuti anche sulle infrastrutture collegate, come le piscine ed in centri sportivi, perché sono fondamentali sia per le attività didattiche che per la comunità in generale, infatti negli orari liberi da lezione questi spazi sportivi sono utilizzati da associazioni per attività che spesso sono a favore dei giovani o dei diversamente abili.

Il programma delle opere di messa a norma infrastrutturale ha solo parzialmente risentito dell’emergenza in corso, i cantieri sono rimasti aperti, in questi anni si è lavorato rapidamente, anche garantendo la riorganizzazione degli spazi per le procedure anti pandemiche, ma sempre senza avere disagi o limitare l’attività didattica.

I risultati che presentiamo sono raggiunti grazie alla una visione d’insieme che abbiamo avuto per questo programma, oltre alla sinergica tra istituzioni e allo spirito solidaristico che abbiamo trovato in tutti gli attori. L’obiettivo comune era e resta la completa riqualificazione di tutti gli edificati.

Lo scorso anno siamo riusciti a consegnare gli spazi nei tempi previsti, in modo che fosse possibile avere le infrastrutture pronte per iniziare regolarmente l’attività didattica. Lo stesso sta avvenendo in questi giorni. Questo grande intervento, infatti, è stato sviluppato senza limitare la capacità di dare avvio regolare all’anno scolastico e non è un dato da sottovalutare.

Non si può trascurare di avere edifici sicuri, moderni e che siano adatti alle necessità attuali, compresi gli adeguamenti per limitare l’emergenza Covid, ma lo facciamo anche pensando sempre di più al futuro dei nostri giovami. Studiare in un luogo sicuro e funzionale, ma anche bello, è un incentivo, oltre che una necessità. Per questo il programma, una volta chiusa la fase della messa a norma, sarà indirizzato verso la riqualificazione dei siti, opere altrettanto importanti che già ci vedono attivi con nuovi progetti in corso”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - Situazione attuale, criticità e prospettive: Confindustria si è confrontata con enti locali, istituti di formazione, scuole e aziende. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa