Stampa questa pagina

Fossitemi, prosegue la discussione sulla rivoluzione parcheggi: "Servono stalli in più" In evidenza

Prosegue il dibattito nel quartiere sul tema parcheggi. Ieri assemblea pubblica: poca partecipazione, ma molte riflessioni.

Mercoledì, 15 Settembre 2021 09:58

L'annuncio della rivoluzione della sosta nei quartieri di Pegazzano, Fossitermi e della Scorza, che prevede l’introduzione delle strisce blu e dei parcheggi per residenti in via sperimentale, ha portato malumori e perplessità tra i cittadini. Soprattutto, quello che ha portato il Comitato di quartiere ad indire ieri sera un'assemblea pubblica è stato il malinteso che fosse stato proprio il Comitato a proporre l'introduzione di parcheggi a pagamento: "Cosa mai avvenuta". 
Poche persone, circa una cinquantina, si sono ritrovate al Campetto rosso per discutere della questione, ma il tema parcheggi è molto sentito e quindi la discussione è stata, nonostante le poca partecipazione, molto animata.

"A Fossitermi ci sono pochi stalli- è la visione generale- Il quartiere è molto popolato, con circa 8.000 residenti, spesso con due auto per nucleo famigliare: qualsiasi rivoluzione che preveda solo un cambio colore delle strisce non sarà risolutiva".

Tanti i temi sollevati, perchè è indispensabile, per un quartiere periferico, residenziale, ma molto vivo, con attività commerciali e ricreative, trovare un equilibrio tra le esigenze di residenti, lavoratori e 'visitatori'... ma come?

Uno dei problemi sollevati è certamente quello dei turisti, che spesso parcheggiano nel quartiere per poi raggiungere a piedi la stazione: "Speriamo che quando sarà realizzato il progetto del Cinque Terre Express con partenza dalla stazione della Spezia Migliarina questo fenomeno possa essere contenuto", commentano. Nel frattempo, però anche i parcheggi a pagamento possono fare la differenza, ma "Con i parcheggi a pagamento chi sceglie di venire qui per comprare qui, riconoscendo l'eccellenza e la particolarità di alcuni negozi, potrebbe non venire più". Che dire poi a chi gestisce case vacanze e B&B? "La situazione potrebbe diventare insostenibile con solo strisce gialle e blu". Quindi un equilibrio difficile da trovare. 

Per questo, una delle proposte che maggiormente convince è quella di costruire un progetto coinvolgendo le associazioni di categoria per sostenere il commercio e il turismo in questa zona della città.

Quel che è certo è che questa rivoluzione, seppur sperimentale, non convince: "Come comitato- spiegano- avevamo avanzato delle proposte concrete per avere almeno 6 parcheggi in più, ma ovviamente ne servirebbero molti altri". Modificare alcuni sensi unici, modificare alcune aree verdi ristrutturandole pur mantenendo la stessa proporzione, potrebbe portare altri stalli.

Presenti i consiglieri Fabio Cenerini e Donatella Del Turco. "La mia proposta è quella di indire una nuova assemblea, raccogliere delle proposte e chiedere un'audizione in commissione competente- interviene Cenerini- Credo sia quella la sede più opportuna, dove tutte le forze politiche possono esprimersi. Il Sindaco ci ha spiegato come la richiesta di parcheggi per residenti e a pagamento sia stata avanzata da molti cittadini del quartiere, vediamo come andrà la sperimentazione".

Certamente, qualcuno ieri sera si è detto assolutamente favorevole all'eliminazione delle strisce bianche: in molte vie, infatti, la 'caccia al parcheggio' è un problema che potrebbe essere risolto con l'introduzione dei parcheggi per residenti: "Se funziona per il centro città, potrebbe funzionare anche qui". 

Del Turco, presente anche come residente del quartiere, commenta invece: "E' sempre indispensabile ascoltare i comitati, perchè il loro lavoro è davvero importante. In questo caso credo la situazione sia delicata e davvero il problema dei parcheggi qui è serio: non ci sono abbastanza stalli, ma sicuramente bisogna impedire che i fondi sfitti diventino tutti garage. Dobbiamo stare attenti, perchè se chiudono i negozi e non si sostiene il commercio il quartiere rischia di diventare un dormitorio".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Bene ha fatto il governo ad avere un atteggiamento intransigente". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
In Liguria 69 nuovi positivi a fronte di 2736 tamponi molecolari, a cui si aggiungono 9006 tamponi antigenici rapidi Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa