Il vescovo Palletti ha aperto il “cammino sinodale” della diocesi

All’omelia, monsignor Palletti ha tracciato le linee di questo cammino.

Domenica, 24 Ottobre 2021 14:20

La diocesi della Spezia - Sarzana - Brugnato ha iniziato domenica scorsa il proprio cammino sinodale con la Messa presieduta nella cattedrale di Cristo Re dal vescovo Luigi Ernesto Palletti.

A fianco a lui erano il vescovo africano di Bubanza, in Burundi, Jean ‘Ntagwarara, ospite in questo periodo alla Casa del clero spezzino, i canonici della cattedrale e, per espressa volontà del vescovo, i nuovi vicari foranei, designati nelle settimane scorse: la loro presenza accanto al vescovo ha voluto indicare un ulteriore elemento di “sinodalità”, ovvero di “cammino comune” della Chiesa locale. Nei banchi della chiesa concelebravano inoltre numerosi altri sacerdoti. All’omelia, monsignor Palletti ha tracciato le linee di questo cammino.

“L’obiettivo del Sinodo - ha detto il vescovo, prendendo spunto dal Vangelo della liturgia domenicale - è la sinodalità, cioè lo sforzo di riuscire a camminare insieme dietro al Signore. E’ proprio quella piccola parola, insieme, a cambiare l’orizzonte del nostro sguardo.

È bello, però, pensare che anche gli apostoli hanno faticato; a volte la fatica può diventare motivo di sconforto, ma questo brano, invece, è di grande conforto, perché ci fa comprendere che il Signore ha voluto attorno a Sé proprio quelle persone, con quelle difficoltà, con quelle incomprensioni, con quel modo di camminare che gradualmente hanno dovuto impostare in modo diverso alla luce dello Spirito.

Con queste premesse, con questo precedente, il cammino che oggi iniziamo non è più riservato a qualcuno ben preparato e ben impostato, ma può e deve diventare un cammino accessibile a tutti”.

“Il nostro - ha proseguito - dovrà essere un cammino comunitario, alla sequela del Signore: non semplicemente un cammino di discepolato da compiere insieme a Lui, ma un cammino da fare con Lui per portare Lui agli altri, un cammino di missione, di evangelizzazione. Non possiamo dunque confidare solo sulle nostre forze, ma nella potenza dello Spirito Santo che ci precede, ci illumina, ci stimola e ci chiede conversione ... Il camminare insieme significa condividere, ascoltare, dialogare partendo dal profondo esistenziale di ogni persona, che è fatta ad immagine e somiglianza di Dio, comprendendo bene come in noi rimangano la fragilità, la debolezza, la contraddizione, il peccato ... E per compiere questo cammino sono necessarie tre caratteristiche: semplicità, sobrietà, essenzialità”.

“Per concludere - ha osservato infine Palletti - potremmo dire questo: ci viene chiesto di riscoprire l’essenza del Vangelo, la sua bellezza. San Francesco avrebbe detto: il Vangelo ‘sine glossa’, che non vuol dire senza insegnamento magisteriale, ma senza sovrastrutture. Tante nostre interpretazioni sono finalizzate spesso a ridurre tutto ciò che nel Vangelo è scomodo: dobbiamo dunque tornare in modo sano e sereno alla freschezza del Vangelo, dobbiamo metterci in ascolto della Parola del Vangelo, attenti alla voce dello Spirito. Arriveremo così alla mèta, che è anche lo scopo del Sinodo: la comunione con Dio e con i fratelli”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - In merito al ripristino degli orari pre-pandemia a Pitelli e alla Foce, però, nessuna novità. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa