Stampa questa pagina

Bonelli attacca RFI, treni troppo numerosi

di Mario Bonelli - Oggi (giovedì) è stata presentata presso la Camera di Commercio della Spezia, una domanda di "Mediazione Volontaria" da parte del sottoscritto, nei confronti della RFI Rete ferroviaria Italiana, Gruppo Ferrovie dello Stato e nei confronti del Comune di Vezzano Ligure: per danni alla salute, disturbi del sonno, causati da rumore dei Treni e da una strada adiacente la mia abitazione.

Giovedì, 19 Dicembre 2013 21:12

Oggetto della mediazione, sono pertanto, le notevoli immissioni sonore dei Treni diurni e notturni (diurno, passano, difronte alla mia abitazione, che dista circa 20 metri dal primo binario, circa, 170 treni) (notturno, più di 36 treni). Inoltre, non bastando i rumori dei treni, la giunta Giannarelli/Abruzzo, ha dato il via, qualche anno fa, ad una strada per autoveicoli, che dal ponte ferroviario porta a Fornola. Precedentemente, le ferrovie dello Stato, in previsione, della costruzione dei palazzi del PEP, avevano costruito un sottopasso di notevole larghezza e notevole spesa, a beneficio degli abitanti, che serviva per sfociare sulla strada Aurelia, cosa non avvenuta. Attualmente, questa strada, lasciata a libero arbitrio, (cioè senza controlli) viene utilizzata in maniera diurna e notturna, a velocità sostenuta , da auto e moto, per andare nei comuni viciniori, onde evitare il micidiale autovelox, posto sull'Aurelia. Considerato che, l'esposizione prolungata nel tempo ad un livello di rumore notturno eccessivo, (lo dice, l'Organizzazione Mondiale della Sanità Oms), soprattutto per bambini ed anziani, può determinare danni serissimi alla salute: aumento della pressione sanguigna, danni all'udito, fino ad un aumentato rischio di infarto e disturbi mentali. Le nuove linee guida dell'Oms fissano a 40 decibel il limite massimo dei rumori notturni nelle città. Pertanto, ho incaricato uno Studio tecnico di ingegneria e di progettazione di fare una simulazione preliminare di impatto acustico da traffico ferroviario; dalla relazione, è risultato che "il livello continuo equivalente di pressione sonora (Laeq) è di 63,00 dB(A) nel periodo Diurno e di 61,3 dB(A) nel periodo di riferimento Notturno. I limiti ammessi in materia di inquinamento acustico derivante da traffico ferroviario è: durante il periodo Diurno 70 dB(A), durante il periodo notturno 60 dB(A), pertanto è superiore.
A tale proposito, per la seconda volta, ho invitato, presso la Camera di commercio della Spezia, sia la RFI, che il Sindaco del Comune di Vezzano a sedersi ad un tavolo di Conciliazione al fine di trovare in via conciliativa ( Nuova Mediazione) un accordo. Nel caso in cui le parti chiamate risultano assenti, la Camera di Commercio della Spezia, rilascerà una certificazione, con la quale si può adire alla via giudiziale. Infine, un riferimento all'uso della Mediazione, da parte degli enti locali: la Corte dei Conti può condannare un Sindaco per danno erariale, nel caso in cui, il Comune è soccombente nella causa giudiziale, risultando un danno maggiore, se invece avesse accettato un accordo conciliativo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Auto in fiamme in Via Carducci

Lunedì, 02 Agosto 2021 21:54 cronaca-la-spezia
Fortunatamente illeso il conducente. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il sottosegretario alla Salute Costa e il dg dell'Asl Cavagnaro rinnovano l'appello: "Vaccinazioni unica via d'uscita". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa