Garavini: "I rifiuti che arrivano a Saliceti dal Tigullio sono pienamente compatibili con potenzialità impianto" In evidenza

Intervento di Gaudenzio Garavini, amministratore delegato gruppo Acam - A proposito di recenti esternazioni relative all'impianto di trattamento e produzione CDR/CSS di Saliceti, ai fini di una corretta informazione alla cittadinanza si specifica che:

Lunedì, 26 Gennaio 2015 20:06

1) l'impianto è stato attivato nell'anno 2008 ed è dotato di un moderno e all'avanguardia impianto di aspirazione e trattamento aria costituito da n° 6 cicloni, n° 1 filtro a maniche, n° 3 scrubber (questi filtri servono anche per l'aspirazioni delle polveri all'interno all'impianto, ed è quindi falsa l'affermazione sulla non esistenza di un impianto di aspirazione delle polveri nell'impianto) e n° 1 biofiltro.

2) I monitoraggi eseguiti semestralmente sia sulla qualità dell'aria e sia sulle unità odorimetriche del biofiltro hanno sempre rilevato valori inferiori ai limiti imposti, peraltro molto ristretti, dagli atti autorizzativi.

3)Periodicamente vengono eseguiti interventi preventivi di derattizzazione, disinfestazione e demoschicidi.

4) Il liquame prodotto viene da sempre regolarmente smaltito in impianti di depurazione tramite autobotti. La novità, frutto del risanamento in atto del Gruppo ACAM, entro la fine del 2015, verrà realizzato il collegamento fognario al depuratore di Ghiarettolo, attualmente in fase di ampliamento.

5) L'impianto di Saliceti è un impianto di trattamento rifiuti urbani non differenziati e produce CDR/CSS, il quale viene regolarmente recuperato in cementifici nella sua qualità di combustibile o termovalorizzatori.

La quantità di rifiuti che da poche settimane entra nell'impianto e di provenienza dal Tigullio, provincia di GE, è assolutamente compatibile con le attuali potenzialità e autorizzazioni dell'impianto, oltre che con il programma di forte sviluppo della raccolta differenziata domiciliare il cui obiettivo è il raggiungimento del 65% a fine 2017 primi 2018, così come previsto dal nostro Piano di Riassetto omologato dal Tribunale della SP, quindi in abbondante anticipo da quanto previsto dalla legislazione nazionale (67% entro il 2020).

In ogni caso la nostra caratteristica di Società in house, facente parte di un Gruppo a controllo pubblico non ci permette, come stile di fondo, di fare polemiche, ed in particolare polemiche politiche. Si conferma la nostra disponibilità, di cui le forme istituzionali del Comune di SP in primo luogo, ci hanno sempre dato atto, al confronto in sede istituzionale, uniche sedi, unitamente alle operazioni di chiarezza nei confronti dei cittadini, alle quali ci sentiamo vincolati al confronto e a rendere conto.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da ACAM/IREN

Attraverso l'uso di particolari materiali i ragazzi sono riusciti a spiegare le parti che compongono la cellula eucariote e le sue funzioni. Leggi tutto
ACAM/IREN
Si risparmieranno circa 530 mila tonnellate di CO2 ogni anno. Leggi tutto
ACAM/IREN

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa