Illegittima la scelta dei comuni della Val di Vara di abbandonare l'Acam In evidenza

di Guido Ghersi - I primi cittadini dei Comuni della Val di Vara : Sesta Godano, Rocchetta Vara e Zignago che, all'inizio di questo mese, avevano deciso di acquisire la diretta gestione dell'acqua, sfruttando una legge della Regione Liguria e sollevando e sollevando forti polemiche con la società "Acam/Acque SpA" della Spezia e con gli altri colleghi sindaci.

Domenica, 15 Marzo 2015 11:10

Ora dovranno rivedere i propri propositi perché alla fine della scorsa settimana, la Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'Art. 10 comma 1 della legge regionale che nel mese di febbraio 2014, aveva dato la possibilità ai Comuni già appartenenti alle Comunità Montane (poi soppresse) e con popolazione inferiore o uguale a 3 mila residenti la facoltà di gestire autonomamente il sistema idrico integrato, in forma singola o associata. Il ricorso era stato promosso nell'aprile 2014, proprio dal Consiglio dei Ministri, che ne sosteneva l'illegittimità perché in contrasto con le competenze legislative statali nelle materie della tutela della concorrenza e tutela ambientale. Una decisione, quella della Corte Costituzionale che ha bocciato i piani adottati dalle tre citate Amministrazioni Comunali che, nello scorso mese,avevano scippato la diretta gestione del servizio idrico ( per poi riconsegnarla in via temporanea con ordinanza, per tre mesi) ad "Acam/Acque SpA", affidandola all'"Unione dei Comuni della Val di Vara".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra - Lo Spezia cede 2-1 in casa del Frosinone. Le prossime tre partite diranno chiaramente quale sarà il finale di stagione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Massimo Guerra - Dopo una prima frazione di gioco dominata dal Frosinone, le Aquile pareggiano al 48', ma all'84 i canarini passano nuovamente in vantaggio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa