Monterosso: lieto fine per il maxi favo, pericolo scampato e api felici In evidenza

di Nicola Busco - Un favo così grosso non si era mai visto, nascosto tra i rami di un piccolo abete, alle porte del centro storico di Monterosso.

Lunedì, 20 Aprile 2015 18:17
L'andirivieni di api ha insospettito la proprietaria del terreno, adiacente ad una piccola palazzina: le api avevano eletto l'albero a proprio domicilio, e lavorando instancabilmente avevano costruito alla propria regina una vera e propria reggia.

Ma quel posto cosi vicino alla civiltà non poteva essere sicuramente la casa dei sogni, e cosi con l'ausilio di un apicoltore un'arnia è stata legata alla cima del albero, con l'intento di convogliarvi gli insetti per poi portarli al sicuro.

Per un paio di giorni si è tentato invano: le fronde dell'abete disturbavano lo sciame, e quindi si è provveduto con un altro mezzo, una sorta di bidone aspiratutto, che nonostante l'altezza e la difficoltà dell'intervento, è stato risolutore, ed ora le api hanno una casa tutto loro, sulle alture del paese.

Non è servito per fortuna l'intervento dei Vigili del Fuoco, ma soprattutto non è servito usare quel terribile veleno spray! Le api sono importantissime per la catena alimentare umana, e spesso quando i VV.FF sono chiamati ad intervenire, se si tratta di calabroni usano uno spray, ma se si intravede un favo il consiglio preferito è quello di rivolgersi ad un apicoltore.

Possiamo dire che in questo caso i piccoli insetti sono stati fortunati, e l'intuito della proprietaria del terreno li ha salvati, contribuendo a non interrompere quel sottile filo che unisce noi umani a questi piccoli animaletti così dolci.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Nel contratto previsti il mantenimento delle attuali tariffe per la durata della concessione e investimenti per la messa in sicurezza. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Purtroppo al San Bartolomeo è deceduta una donna di 98 anni: è una delle 13 vittime registrate oggi nel bollettino regionale. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa