Treni Cinque Terre, i cittadini sostenitori del ricorso al tar scrivono ai consiglieri regionali: "Progetto dannoso per il territorio, va fermato e progettata una complessiva riorganizzazione" In evidenza

All'indomani dell'introduzione della tariffa a 4 euro a tratta, i cittadini e i rappresentanti delle categorie sostenitrici del ricorso al TAR hanno scritto ai consiglieri regionali per chiedere che le novità introdotte vengano cancellate.

Lunedì, 09 Maggio 2016 17:54
Questo il testo della missiva:

Egregi Consiglieri,

da tempo, come sapete, cittadini, operatori turistici e pendolari delle Cinque Terre e più in generale del Levante stanno contestando le scelte imposte loro dall'Assessore Berrino.

Su Il Secolo XIX di oggi la vicenda del "Cinque Terre Express" ha avuto largo rilievo: ci permettiamo di reinoltrarvi alcuni articoli, tra cui un "commento" a firma Paolo Ardito.

Non solo sono state fatte scelte sul servizio penalizzanti per residenti e turisti, attuandole senza tenere in alcun conto le richieste che venivano dal territorio, non solo esse si sono dimostrate inefficienti, ma le si è volute far pagare, quasi fosse un servizio "extra" o "di lusso", a 4 euro la tratta (anche per fare gli 800 metri di galleria tra Riomaggiore e Manarola, con un tempo di percorrenza di 45 secondi) con conseguenze negative sull'economia del turismo e per i rapporti sociali dei residenti.

A questo si aggiunge che per applicare queste scelte si sta da tempo sottoponendo residenti e turisti a controlli esasperanti ed incomprensibili da parte delle "squadre antievasione" e dagli addetti al "customer care" venuti da ogni parte d'Italia, e che in molti casi mai avevano visto le stazioni delle Cinque Terre, sovente impreparati persino a dare un minimo di informazione ai turisti, cosa che non sembra essere tra le priorità di Trenitalia.

"Dulcis in fundo" tali scelte sono state messe in campo senza adeguata informazione da parte di Trenitalia stessa, o messa "all'ultimo minuto", causando caos su caos, al punto che - come ben evidenziato negli articoli de Il Secolo XIX - né rivenditori né utenti (e forse persino i capitreno) sapevano bene come comportarsi e tutti si sono trovati di fronte alla "sorpresa" della tariffa maggiorata.

Ma quest'ultimo aspetto è solo "la ciliegina" sulla torta. Rimane la sostanza di un progetto dannoso per il territorio, portato pervicacemente avanti dall'Assessore Berrino e dal suo apparato politico e tecnico, progetto che deve essere stoppato nel suo impianto, a partire dalla vera e propria "tassa di sbarco" o "balzello di accesso".

Non solo va quindi cancellata la tariffa maggiorata, ma bisogna arrivare urgentemente alla revisione dell'organizzazione del servizio, così come chiesto da tempo da residenti, operatori economici e pendolari, non solo delle Cinque Terre, ma anche del Tigullio.

E questo si può fare in tempi brevissimi, con le stesse tempistiche con cui Trenitalia ha introdotto fermate straordinarie nel fine settimana da una settimana all'altra o ha introdotto "dalla notte al giorno" la tariffa di 4,00 euro e quella di 2,40 euro di supplemento per chiunque arrivi alle Cinque Terre anche solo da località a pochi chilometri dalle Cinque Terre: a riprova del fatto che quando c'è la volontà le cose vengono fatte.

Non si può "giocare" con una risorsa come il turismo, che dà prosperità alla Liguria.

Non si può giocare con la vita dei residenti e contribuenti, e farsi beffa delle loro esigenze, raccontando al mondo che lo si fa nel loro interesse.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

50 positivi in provincia della Spezia, al San Bartolomeo si registra un decesso. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

La Liguria resta in zona gialla

Venerdì, 05 Marzo 2021 18:43 cronaca
L'annuncio del presidente Giovanni Toti Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa