Novità riguardanti i treni alle Cinque Terre, i cittadini e gli operatori sostenitori del ricorso al TAR: "Soddisfatti per questa vera apertura, ora auspichiamo ultreiori interventi per il Levante" In evidenza

I cittadini e gli operatori sostenitori del ricorso al TAR divulgano questa volta un comunicato dal tenore ben diverso rispetto ai precedenti, pur non mancando di sottolineare i passi ancora da fare, mettono infatti in evidenza l'importanza dell'apertura dimostrata dalla Regione e da Trenitalia.

Giovedì, 09 Giugno 2016 18:59

Ecco cosa scrivono:
"Cittadini, operatori e pendolari delle Cinque Terre prendono atto con soddisfazione della prima vera apertura da parte dell'Assessore ai Trasporti della Regione Liguria Gianni Berrino e dell'attenzione e disponibilità dimostrata da Orazio Iacono, Direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia di introdurre immediate modifiche al servizio ferroviario nella direzione auspicata da residenti ed operatori delle Cinque Terre e del Levante, fiduciosi che questa volta alle parole seguiranno i fatti.

 

Si accoglie positivamente l'esclusione della tariffa maggiorata per tutti i residenti in Liguria, eliminando così una situazione che creava un'inaccettabile discriminazione tra residenti e contribuenti del servizio ferroviario all'interno della stessa regione, ma ribadiscono che tale
maggiorazione - che ha pesanti ricadute sulla stessa economia del turismo - debba essere eliminata del tutto per il servizio di trasporto pubblico e riservata solo a servizi speciali effettivamente ad uso essenziale di alcune categorie turistiche, come ad es. charter dal porto della Spezia.

Si accoglie altresì con sollievo la disponibilità da parte di Trenitalia ad intervenire sulla struttura del servizio con la proposta di restituire le fermate nelle Cinque Terre ai regionali La Spezia<>Sestri Levante e ai regionali veloci da e per Genova, così come chiesto da tempo da residenti ed operatori, al fine di far uscire le Cinque Terre dall'isolamento in cui il nuovo orario le aveva poste.

Cittadini, operatori e pendolari della Cinque Terre auspicano altresì che a questi interventi ne seguano altri che vengano incontro alle esigenze dei pendolari e residenti di tutto il Levante e di chi dal Ponente e dal capoluogo o dalla Val di Magra debba muoversi verso la Riviera di Levante, e ringraziano le Associazioni e i Comitati che li stanno strettamente supportando in questa difficile vertenza, come i Pendolari del Levante Ligure, i Cittadini di Deiva e Framura, WWF, Legambiente, Italia Nostra, l'Associazione Guide Turistiche della Liguria e l'Associazione di consumatori Adiconsum oltre che alle tante persone che hanno fatto sentire la loro partecipazione a questo non facile lavoro".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I ristoratori, tra le categorie più colpite a causa delle restrizioni per l'emergenza da Covid-19, in una cena simbolica in hotel per dimostrare che è possibile cenare in sicurezza. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa