Fivizzano,“Disfida degli Arcieri”: è giunto il momento della gara più attesa, domani in Piazza Medicea dalle ore 21.15 In evidenza

Dopo il corteggio storico con oltre 400 figuranti l'emozionante sfida tra gli arcieri dei cinque quartieri della città che si contenderanno il Palio.

Sabato, 16 Luglio 2016 13:13

Nell'antico borgo di Fivizzano in Lunigiana (Ms), la 46esima edizione della della "Disfida degli Arcieri di Terra e di Corte" è arrivata alla giornata finale e decisiva.

Domani domenica 17 luglio dalle ore 21.30 nella centrale Piazza Medicea, gli arcieri dei 5 quartieri della città: Montechiaro, Fittadisio, Terra, Verrucola e Guardia, si sfideranno in una gara avvincente ed emozionate, spesso decisa all'ultima freccia, per conquistare il Palio dipinto in dall'artista Roberta Barani.

La "Disfida" di Fivizzano si riallaccia ad importanti tradizioni storiche e ricorda una competizione avvenuta nel 1572 tra gli arcieri di Terra (cioè il nucleo urbano) e quelli di Corte (ossia dei villaggi intorno al borgo), che è stata tramandata da un certo Frate Tommaso da Fivizzano, dell'ordine eremitano di Sant'Agostino.

La competizione di oggi riprende quindi la pratica del tiro con l'arco cercando di rimanere il più possibile fedeli alla realtà storica dell'antica gara. Gli arcieri in gara domenica 17 luglio sono 25 (cinque per ogni rione rappresentato) e gareggiano 5 per volta.

Con le loro frecce devono colpire dei bersagli posti a circa 15 metri di distanza dalla linea di tiro. Lo scorso anno il Palio fu vinto dal quartiere di Montechiaro.

Nell'albo d'oro della manifestazione, invece, il quartiere più titolato risulta essere Verrucola. La gara sarà preceduta dal corteggio storico che inizia alle 19.30 con oltre 400 figuranti e numerosi gruppi storici.

In prima fila il Gruppo Storico Fivizzano, nato nel 1972 e composto da oltre 100 elementi tra sbandieratori e figuranti che si esibiscono in ogni parte del Mondo, Compagnia Vagus Animi, Compagnia Nani Rossi, la Compagnia dei Falconieri di Madre Terra.

Proseguono inoltre le partite del gioco dell'oca umano in costumi rinascimentali, la novità molto apprezzata di questa edizione della Disfida, e poi spettacoli, animazioni e cena rinascimentale.

Tra gli ospiti ha annunciato la sua presenza il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani invitato dal sindaco di Fivizzano Paolo Grassi.

"La Disfida di Fivizzano ha radici profonde, è storia storia pura – aveva detto Giani durante la presentazione della manifestazione giovedì scorso in Regione a Firenze - sia perché si rifà a un fatto realmente accaduto, sia perché Fivizzano e la Lunigiana furono un punto di riferimento importante nella costruzione della Toscana moderna".

Informazioni: Pro Loco Fivizzano, tel. 0585942138 – 0585942136, dal lunedì al venerdì 9.30 – 13. E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. La Disfida può essere seguita anche su Facebook: https://www.facebook.com/disfidaarcierifivizzano/

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Un libro che raccoglie sessantotto fotografie ognuna accompagnata da una poesia scritta da Noemi Bruzzi che hanno l'intento di rappresentare la nostra Città in tutte le sue sfaccettature Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Via Sarzana chiusa all'altezza di via dei Pini. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa