Stampa questa pagina

Levanto, prosegue il restyling dell'illuminazione pubblica. Ass. Del Bello: "Interventi per uniformità di design e risparmio energetico"

Nell'ambito degli interventi finalizzati al miglioramento dell'illuminazione pubblica, al contenimento del consumo energetico e alla compatibilità ambientale, l'amministrazione comunale di Levanto ha messo in cantiere altri due interventi che verranno realizzati a breve.

Lunedì, 21 Gennaio 2013 12:35

Innanzitutto, ha affidato alla ditta Enel Sole l'installazione di 12 lanterne artistiche con lampade a led in piazzetta Agnelli, per un costo di circa 20 mila euro.
La frequentatissima "porto pidocchio", tradizionale ritrovo di famiglie e bimbi per gli ampi spazi a disposizione dei piccoli e degli antichi giochi ricavati sulla pavimentazione in pietra, è già stata liberata dei vecchi lampioni, ormai erosi dal salino e poco funzionali, e presto anche i faretti posizionati sul muraglione dell'ex ferrovia spariranno per lasciare il posto ad un impianto più efficiente e gradevole da vedere.
"Stiamo intervenendo per conferire uniformità, anche di design, all'illuminazione pubblica nelle aree più pregiate e méta di turisti a ridosso del mare – spiega l'assessore ai Lavori pubblici, Luca Del Bello (foto) – e nello stesso tempo adottare soluzioni tecniche, come le lampade a led, che consentano un risparmio energetico e una diffusione meno invasiva della luce".
In secondo luogo, grazie all'adesione al progetto gratuito di risparmio energetico "votivA+" indirizzato a tutte le strutture cimiteriali italiane, nei prossimi giorni partirà la sostituzione delle circa 450 lampade votive tradizionali, ad incandescenza, con altrettante a led, nei cimiteri dei borghi di Montale, Legnaro e Chiesanuova.
"In cambio dell'acquisizione dei cosiddetti crediti ambientali – spiega ancora Del Bello – la società Gesco srl ha già fornito al Comune le lampade elettroniche a led e gli interruttori orari in grado di dimezzare il numero di ore di accensione. Secondo i calcoli dell'Autorità per l'energia elettrica, si potranno risparmiare fino a 6,4 euro l'anno per ogni punto luce, senza contare i risparmi legati alla minore manutenzione derivante dalla maggiore durata (50.000 ore contro 2.000) delle lampade a led rispetto a quelle ad incandescenza".

 

Se i risultati saranno quelli attesi, si procederà poi ad attuare la stessa soluzione anche nel cimitero del capoluogo, che accoglie circa duemila lampade votive.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Comune di Levanto

L'ufficio “Ambiente-Igiene urbana” è a disposizione per fornire assistenza Leggi tutto
Comune di Levanto

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa