Riccò del Golfo: catturati i due esponenti della Sacra Corona Unita evasi da Torino In evidenza

I due sono stati presi grazie ad una precisa attività investigativa della Polizia di Stato della Spezia.

Sabato, 30 Giugno 2018 16:46

 Erano ricercati da tre giorni, i due pugliesi evasi dal carcere di Torino dopo aver violato gli obblighi del permesso premio. Giudicati potenzialmente molto pericolosi, le ricerche erano immediatamente scattate su tutto il territorio nazionale ed avendo, uno dei due, già commesso reati nella nostra provincia, anche sul territorio spezzino era partita una mirata attività investigativa.
Dopo aver individuato un caseggiato nella zona di Riccò del Golfo, la Squadra Mobile e il reparto di Pubblica Sicurezza della Questura spezzina si sono immediatamente mobilitati, ieri sera intorno alle 21.15 il blitz.
Un'operazione precisa, che si è caratterizzata per lucidità e attenzione ai dettagli, che si è conclusa nel giro di poco tempo, nonostante uno dei due abbia tentato di fuggire prima buttandosi dalla finestra per correre da un tetto all'altro, poi cercando di correre all'interno della boscaglia. A nulla però è servito il suo tentativo, visto che i Poliziotti lo hanno raggiunto dopo appena una cinquantina di metri.
Nicola Di Comite e Salvatore Massaro, dunque, entrambi affiliati alla Sacra Corona Unita, che si trovavano nella stessa sezione del carcere di Torino, dopo non essere rientrati in carcere alla fine di un permesso premio di cinque giorni, sono ora nuovamente dietro le sbarre.

Di Comite, di 55 anni, avrebbe finito di scontare la pena tra due anni ed era detenuto da una ventina d'anni; il suo nome legato a un omicidio commesso negli anni '90. Massaro, che ieri sera ha tentato fino all'ultimo di sfuggire alla Polizia, avrebbe invece finito di scontare la pena nel 2020; era in carcere per rapina ed è lui che alcuni anni fa aveva commesso reati proprio alla Spezia.

All'interno dell'abitazione è stata trovata anche una donna, M.Z. del 1977, probabilmente legata sentimentalmente ad uno dei due. Con sè aveva della sostanza stupefacente, per uso personale, dunque per lei la segnalazione alla Prefettura. Sono ancora in corso le indagini per capire come i due abbiamo passato i giorni da evasi e come abbiano scelto la casa di Riccò.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - Pronunciamento favorevole alla Legge regionale, ma sulle assunzioni resta il vincolo dell'evidenza pubblica. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Alessio Boi – Dal 29 luglio al 1 agosto in piazza Matteotti si terranno in contemporanea "I libri per strada" con la "Fiera del Disco e del Vintage": un… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa