Vanda Bianchi sorride a Castelnuovo Magra: inaugurato il murales dedicato alla partigiana In evidenza

di Alessio Boi- Viene reso omaggio alla partigiana, venuta a mancare nel 2014, con un'opera d'arte, inaugurata con un concerto dal vivo dei bambini dell'istituto Dante Alighieri.

Lunedì, 08 Aprile 2019 20:01

 

"Chi lotta, chi continua a resistere non invecchia mai". Una frase che Vanda Bianchi ripeteva spesso, è scritta in alto al murales inaugurato questo pomeriggio all'istituto Dante Alighieri di Castelnuovo Magra, racchiude un lato importante della personalità della Partigiana "Sonia". Venuta a mancare nel 2014, ha lasciato molti ricordi a tanti ragazzi, quando, con le sue narrazioni, riusciva a emozionare tanti giovani studenti, per come, con un linguaggio semplice, descriveva le sue imprese negli anni della Resistenza.

Nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì 8 aprile, è stato reso omaggio alla donna emblema castelnovese della lotta al fascismo con l'inaugurazione di un murale che la ritrae sorridente, con, in basso, una folla di persone che camminano fiere del lavoro compiuto, realizzato dal collettivo artistico milanese Orticanoodles, con il patrocinio del comune, degli Archivi della Resistenza e di Anpi La Spezia.

Di fronte alla piazza della scuola affollata sono stati proprio i bambini, che non potevano mancare, ad iniziare l'inaugurazione intonando "Bella Ciao" prima in inglese, poi in italiano, con l'Assessore alla Cultura e insegnante Katia Cecchinelli che ha fatto da direttore d'orchestra con l'aiuto degli altri professori, anticipati però dal taglio del nastro del sindaco di Castelnuovo Magra Daniele Montebello, che poi, alla fine dell'esibizione si è espresso con un discorso commemorativo. "Ho un brivido che corre lungo la schiena, è stato un momento molto emozionante- esordisce il sindaco Montebello, e prosegue- Vanda ha caratterizzato questi 5 anni in cui ho fatto il sindaco in questo comune: nelle settimane successive dopo l'elezione venne a mancare nell'estate del 2014, ma alla fine del mandato la sua presenza ritorna forte con questo murale". Ancora:" Perché un murale? È un'arte figurativa che ci ha affascinato, come l'idea di comunicare con un linguaggio diverso, ma anche perché il suo messaggio lo voleva portare avanti attraverso le scuole". E conclude: "Vanda a Castelnuovo era una donna amata, e chi passa per questa strada dovrà per forza chiedersi di chi è quel volto raffigurato sul muro dell'istituto".

Il murale è stato progettato e realizzato dai ragazzi dell'Orticanoodles Alessandro Breveglieri, Walter Contipelli, fondatore e direttore artistico, Alessandra Montanari e Luca Serturini in soli 3 giorni e mezzo, ed è stato elogiato da Simona Mussini, del Collettivo Archivi della Resistenza, seguito dal discorso di Luca Marchi, consigliere di maggioranza e membro dell'Anpi Castelnuovo Magra, che porge un saluto all'amministrazione e si congratula per il lavoro che, dopo molto tempo, è stato finalmente realizzato.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Sono 3 i pazienti ospedalizzati in Asl5. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Elena Voltolini - Oltre 2 milioni di euro per permettere alle attività più danneggiate dalle chiusure dovute alla pandemia di pagare meno. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa