massardo kassamatis massardo kassamatis
TOTI SANSA MASSARDO SALVATORE CASSIMATIS
CHIAPPORI CARPI  VISIGALLI BENETTI RUSSO
383.053
265.506 16.546 6.088 1.244 3.569 576 1.129 3.165 1.614
 56.13%   38.90% 
  2.42% 0.89%
  0.18% 0.52%  0.08%  0.17%  0.46%  0.24% 

REGIONALI 2020

AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE 

“ARSenale": in mostra 150 anni di "arsenaloti" e di storia della Spezia (foto) In evidenza

di Elena Voltolini - Fondazione Carispezia e Marina omaggiano tutta la città, con una esposizione di foto di oggi e di reperti storici.

Venerdì, 27 Settembre 2019 16:20

Dal 9 al 13 ottobre La Spezia celebrerà i 150 anni del suo Arsenale Militare con una serie di eventi ed iniziative, ma il prologo lo si è già avuto, questa mattina, 27 settembre, con l'inaugurazione della mostra “ARSenale. Vite e officine dal 1869 al 2019”, allestita negli spazi espositivi di Fondazione Carispezia.

 

“Questa mostra – ha tenuto a precisare la Vice Presidente di Fondazione Carispezia Cinzia Sani – vuole celebrare non solo l'Arsenale, ma La Spezia e gli spezzini. Questo, nella seconda metà dell'Ottocento è stato il primo polo marittimo del Paese e tutta la città deve esserne orgogliosa”.

Certo, da allora tanto è cambiato: basta pensare che negli anni '20 del secolo scorso l'Arsenale impiegava circa 20mila civili, un numero che oggi ci sembra quasi impossibile. Anche molti degli spazi non sono più utilizzati. Nonostante questo l'Arsenale resta uno dei simboli della Spezia, una eccellenza e un orgoglio.

“Un orgoglio che – ha voluto precisare l'Ammiraglio Giorgio Lazio – non deve essere solo per il passato, ma deve essere proiettato anche sul futuro. La storia gloriosa dell'Arsenale non deve finire. L'Arsenale è stato un laboratorio dell'unità d'Italia. Oggi, senza dubbio, è cambiato e deve continuare a cambiare in base alle esigenze del territorio. Ciò che non deve cambiare è il rapporto quasi simbiotico tra la Marina, l'Arsenale e la città”.

La mostra “ARSenale. Vite e officine dal 1869 al 2019” vuole raccontare la storia dell'Arsenale e ancora di più quella degli “arsenaloti” (in dialetto), ovvero dei tecnici e degli operai molto qualificati, militari e civili, che in quasti 150 anni ne hanno scritto la storia con il loro lavoro.

La mostra unisce due dimensioni, quella storica e quella contemporanea.
Alle immagini e ai reperti storici, messi a disposizione dal Museo Tecnico Navale e dall’Arsenale Militare della Spezia, si affiancano le foto scattate di recente a chi oggi lavora all'interno dell'Arsenale.
Le foto sono realizzate da “arsenaloti”: Mauro Manco, Nadia Raggi e Andrea Pavan autore della maggior parte delle immagini in mostra, dimostrando grande capacità di cogliere davvero le persone, i volti e momenti molto particolari del lavoro e delle loro professionalità.

“Volevo creare qualcosa che rimanesse per il domani, per il futuro, una sorta di archivio – racconta l'autore – Alla base c'è la volontà di riprendere i volti, le persone".

 


“ARSenale. Vite e officine dal 1869 al 2019”

una mostra promossa da
Marina Militare
Fondazione Carispezia

a cura di
Silvano Benedetti

organizzata da
Fondazione Eventi e Iniziative Sociali
società strumentale di Fondazione Carispezia

sede
Fondazione Carispezia
La Spezia, via D. Chiodo 36

date
27 settembre – 27 ottobre 2019

orari di apertura
dal lunedì alla domenica 15.30-19.30

ingresso libero

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il deputato leghista Rixi: "Senza Salvini non sarebbe dov'è". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il consigliere comunale del Pd ha fatto un accesso agli atti. La risposta del Comune: "Numeri in mano all'Asl". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa