Le lezioni a distanza arrivano anche in carcere In evidenza

Anche i detenuti hanno diritto a percorsi di istruzione, che in questo periodo non sono possibili con il sistema tradizionale. Ecco dunque che subentra Tele Liguria Sud con il suo importante servizio.

Domenica, 12 Aprile 2020 09:34

La didattica a distanza, introdotta per necessità in seguito alla chiusura forzata delle sedi scolastiche, riprende a partire da martedì dopo la breve pausa pasquale. E riprende anche l’esperimento pilota di trasmissione via etere che vede coinvolto il mondo scolastico spezzino con il supporto della televisione diocesana Tele Liguria Sud. Nata nel 1977 come televisione “libera” parrocchiale e divenuta diocesana nel 1980, Tele Liguria Sud ha sempre caratterizzato la propria funzione in ambito cittadino e provinciale quale quella di un vero e proprio “servizio pubblico”. In molti, alla Spezia, ricordano ancora le giornate della trasmissione “Speciale neve”, che nel gennaio 1985 vide l’emittente a fianco di una città e di una provincia alle prese con i disagi di una nevicata con pochi precedenti. Ma in oltre quarant’anni di vita, sono stati tanti i momenti e gli episodi di vita sociale che hanno visto la tv diocesana pronta a svolgere il proprio servizio. Ed è così in queste settimane difficili in cui tutti siamo alle prese con il Covid–19. Le lezioni a distanza, come è noto, si svolgono in gran parte mediante collegamenti via internet tra i docenti e gli alunni. Ma non tutte le famiglie dispongono di strumenti idonei, quali tablet o personal computer, così come non tutte le zone della provincia sono ancora raggiunte da idonei segnali di connessione. Nasce di qui il programma “La scuola non si ferma”.

Già da alcune settimane, grazie all’impegno di un gruppo di lavoro costituitosi presso l’ambito territoriale scolastico (già provveditorato agli studi), ogni mattina dalle 9 alle 13 il canale 171 del digitale terrestre, che con il nome di “Luna TV” è uno dei canali succursali di Tele Liguria Sud, manda in onda quattro ore di lezione, un’ora per ogni ciclo scolastico: nell’ordine, scuola dell’infanzia, scuola elementare, scuola media inferiore e scuola superiore. I programmi, predisposti dagli insegnanti, vengono comunicati la sera precedente e resi noti nel telegiornale e nel televideo di Tele Liguria Sud (pagina 400). L’iniziativa è la prima di questo genere in Italia, e il direttore Italo Lunghi è già stato contattato da altre emittenti di varie regioni.

Da mercoledì prossimo, l’esperimento, per così dire, raddoppia. Il gruppo di lavoro potrà infatti utilizzare, ogni mattina alle 10, un secondo canale digitale di Tele Liguria Sud, “Civitas” (numero 626 del telecomando). Qui verranno mandate in onda lezioni per adulti. Perché per adulti, potrà chiedersi qualcuno? Perché quelle lezioni saranno seguite, tra gli altri, dalla popolazione carceraria. Anche i detenuti hanno diritto a percorsi di istruzione, che in questo periodo non sono possibili con il sistema tradizionale. Ecco dunque che subentra Tele Liguria Sud con il suo importante servizio. Ricordiamo che coordinatore del progetto è il dirigente dell’ambito territoriale della Spezia Roberto Peccenini. Collaborano con lui i dirigenti Antonio Fini, Paolo Manfredini e Maria Torre, i docenti Gloria Rossi, Giovanna Agnolucci, Simona Mallemi, Donatella Mezzani e Maurizio Tinto, e gli assistenti tecnici Paolo Bucci, Cinzia Ramondetta, Giorgia Santi e Lia Scotti. Oltre, s’intende, a tutto il personale di Tele Liguria Sud.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Diocesi

Oggi è conservata nell'antica cattedrale di Sarzana. Leggi tutto
Diocesi
Aveva 82 anni ed era appassionato di pittura. Leggi tutto
Diocesi

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa