Inizio bagnato, inizio fortunato per la stagione di eventi al Parco Shelley In evidenza

Con la presentazione del libro "Eccomi qua! In...corona...ta!".

Domenica, 05 Luglio 2020 17:54
Malgrado la pioggia , il “vernissage” di apertura della stagione di cultura e spettacolo lericina di Parco Shelley post lock down, di venerdì 3 luglio, per presentare il libro della scrittrice Anna Pia Rarità “Eccomi qua! In...corona...ta!” , è andato ugualmente in scena con un un'anteprima di successo.

Visto che, a prescindere dal maltempo, molti erano gli appassionati di libri, di teatro e di arte in genere, accorsi per assistere all'evento che prevedeva per l'appunto inserti teatrali e letture a leggio, sia di estratti del libro della protagonista, che di altri autori contemporanei, a grande richiesta, non è stato rimandato.

Il cast al completo si è infatti spostato nella saletta interna del “Cafè Dei Poeti “di S.Terenzo, che é sempre molto disponibile ad eventi del genere, ed ha potuto accontentare una parte degli spettatori, i quali, eroicamente, si erano trattenuti senza curarsi dell'allerta meteo, per poter fare almeno un saluto agli artisti ed alla scrittrice, visto che erano arrivati, oltre che dalla provincia della Spezia, da Carrara, Milano ed altre parti d'Italia. A questo punto, date le sollecitazioni da parte del pubblico e della stessa scrittrice, il regista-attore Lorenzo Micoli, di formazione Teatro Stabile di Genova e direttore del Teatro della Fonte, che era stato deputato al “confezionamento” dell'evento e alla direzione degli attori, di concerto con l'attrice Irene Elisa Parenti di scuola Galante Garrone di Bologna, sua vicedirettrice e l'attore lericino Roberto Bocchi, formatosi preso il CTA di Milano, ha deciso di far spostare la “compagnia” nel Café santerenzino.

Così, appena l'attrice Parenti ha terminato il suo monologo introduttivo, nella saletta é scattata la “magia”: il pubblico compiaciuto ed emozionato, dopo aver scaldato con sentiti e fragorosi applausi l'atmosfera, ha poi continuato a seguire, con molta attenzione e partecipazione, la parte dell'intervista biografica e sul libro, condotta magistralmente ed in maniera brillante dall'assesore agli eventi del comune di Lerici Luisa Nardone, la quale si é trovata subito in empatia e sintonia perfetta con la scrittrice. La Rarità, infatti, da grande protagonista della serata, non ha tradito le aspettative ed è riuscita da subito a raccontarsi in maniera vera, incisiva ed emozionante, con una vitalità fuori dal comune. Anche per lei e la conduttrice, gli applausi sono stati copiosi e sentiti.

Molto gradite sono state anche le letture di stralci del libro da parte dell'attore Bocchi che, inoltre, sempre insieme al regista, ha preparato un' interpetazione veramente emozionante di una poesia della Zimbowska, applauditissima dal pubblico. Poi altre letture, sempre dell'attrice del gruppo, hanno entusiasmato la ristretta platea. Simpatici e graditi anche gli interventi da moderatore ed ironico disturbatore dello stesso Micoli, che ha fatto da spalla alle protagoniste principali del “dibattito”, divertendo i presenti. In sala, tra gli altri, Isabella Spagnol, correttrice di bozze che ha collaborato con la Rarità, nipote di quel Luigi Spagnol recentemente scomparso la cui lapide commemorativa è stata messa nella passeggiata nel lido di Lerici, che portò per la prima volta Harry Potter in Italia, oltre a Michela Rossi, presidente dell'Associazione “Qulture” che si occupa anche di editoria.

La cosa, voluta fortemente dal'assessore Nardone , è nata per beneficenza in favore della Pubblica Assistenza lericina, in collaborazione col presidente Rudi Basadonne, oltre che con la funzionaria comunale Fiorenza Pollina. I proventi della vendita del libro “Eccomi qua! In...corona...ta?” saranno infatti interamente devoluti per sostenere l'attività dei militi soccorritori volontari, che sono stati e continuano ad essere in prima linea anche nella lotta al covid 19, dando alla popolazione un servizio quotidiano, malgrado l'elevato rischio che comporta. La scrittrice, in questo caso, ha voluto essere solidale con loro, troppo spesso dimenticati dall'opinione pubblica, anche in questa fase emergenziale.

Visto il successo ottenuto da questa versione parziale al chiuso per pochi intimi, si pensa già, nel corso di questa stagione estiva, di riproporre quella integrale all'aperto, sempre a sostegno della pubblica assistenza di Lerici.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Replicare il modello Genova per fare bene le cose e in tempi certi per la crescita dell'Italia" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
In Asl 5 numeri stabili rispetto a ieri. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa