Stampa questa pagina

"Il gabinetto delle figure di cera", proiezione gratuita

Nuovo appuntamento con il Cineforum ACIT.

Martedì, 21 Luglio 2020 18:47

Giovedì 23 luglio alle 21,30, nella gradevole cornice del cortile esterno del Centro Dialma, prosegue la rassegna cinematografica "Il cinema come Wunderkammer", a cura di Giordano Giannini, con "Il gabinetto delle figure di cera" di Paul Leni.

 

Il gabinetto delle figure di cera (1924) segnò l'apice della creatività di Paul Leni, indimenticato autore de L’uomo che ride. Strutturata ad episodi, la pellicola (incompiuta, purtroppo) segue da vicino le gesta di quattro statue di cera - esposte in un baraccone e raffiguranti personaggi storici, del folklore o della letteratura - che prendono vita attraverso i fantasiosi racconti di un giovane poeta: il califfo Hārūn al-Rashīd, Ivan il Terribile, il brigante Rinaldini e Jack dai Tacchi a Molla. Nei racconti, il poeta stesso e la figlia del proprietario delle statue, ammirata in segreto dal giovane, appaiono in ruoli diversi. Immagini e scenografia restano “fra i massimi risultati dell’espressionismo tedesco, stranianti e imponenti, articolati e stupefacenti: il palazzo con intrecci di scale e torri, la stanza da letto alta come una cattedrale e la terrazza circolare a scacchi, la casa del panettiere piccola, povera e deforme, dal soffitto basso e buio, dove chi vi entra sembra entrare in uno spazio fisico e vivente” (AA.VV., ‘emutofu.com’).

Ingresso libero, si consiglia la prenotazione tramite: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale fa il punto dopo il cedimento del ponte Darsena a Pagliari: "Priorità far rientrare a casa gli evacuati". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa