Mediterranea Film si apre con un documentario storico di Pasolini

Appuntamento in piazza Brin.

Sabato, 25 Luglio 2020 14:47

Con un documento storico di Pier Paolo Pasolini, parte questa sera alle ore 21 in piazza Brin Mediterranea Film, un segmento importante del progetto Corazon.

"Appunti per un'Orestiade africana" è un film documentario italiano del 1970, diretto da Pier Paolo Pasolini, girato come sopralluogo in Africa per la produzione successiva, mai effettuata, di un film che prendesse spunto dalla tragedia dell'Orestiade di Eschilo. Si tratta di uno dei più importanti documenti di cinema in Africa e rappresenta un importante documento per l'antropologia dell'immagine. Fu presentato fuori concorso al Festival di Cannes 1976.

Il documentario propedeutico al “film da farsi”, che si potrebbe definire come un vero e proprio taccuino d'immagini in movimento, consiste di tre diversi tipi di materiale filmico: il primo è a tutti gli effetti un documentario di viaggio, girato durante due soggiorni in Uganda e Tanzania rispettivamente nel dicembre del 1968 e nel febbraio del '69 completato da alcuni cinegiornali della guerra in Biafra.

L'obiettivo era quello di rintracciare i luoghi, i volti, gli oggetti per la trasposizione cinematografica dell'Orestiade di Eschilo; il secondo girato riprende il dibattito/confronto tra Pasolini ed alcuni studenti africani dell'Università “La Sapienza” di Roma sull'idea stessa di ambientazione per la tragedia eschilea e sui risvolti delle vicende africane post-coloniali, mentre il terzo rappresenta una sorta di variazione sul tema e consiste in una jazz session eseguita da Yvonne Murray e Archie Savage al FolkStudio di Roma.

"Appunti per un'Orestiade africana" costituisce dunque l'ultimo assemblaggio sperimentale pasoliniano sul materiale raccolto a partire dal 1959, anno della prima traduzione per la messinscena con Vittorio Gassman al Teatro greco di Siracusa nella primavera del 1960, fino all'ultimo montaggio del '70 e alla prima proiezione a Venezia, il 1 settembre del 1973, nel corso delle "Giornate del cinema italiano".

A differenza degli altri due progetti sul mito del mondo greco arcaico, s'interrompe, in questo specifico caso, la realizzazione del film vero e proprio anche se l'indagine visiva e antropologica avviata continuerà ad avere eco anche nei lavori successivi, in particolare ne "Il fiore delle Mille e una notte" (1974); così come s'interrompe anche quel progetto di maggior respiro per un “poema sul Terzo Mondo” che avrebbe riguardato Africa, India, Yemen, Sud America e ghetti afro-americani.

Mediterranea Film , rassegna curata da Carlo Roda, prosegue sempre alle ore 21 in piazza Brin fino al 29 luglio con le seguenti proiezioni: domenica 26 luglio “LA BICYCLETTE VERT” di Haiaa Al Mansour (Arabia Saudita, 2010), lunedì 27 luglio “YEELEN” (La luce) di Souleymane Cissè (Mali/Burkina Faso, 1984/87), martedì 28 luglio “DARATT – LA STAGIONE DEL PERDONO” di Mahamat-Saleh Haroun (Ciad, 2006), mercoledì 29 luglio “TILAI” (La legge) di Idrissa Ouèdraogo (Burkina Faso, 1990). Ingreso gratuito.

Corazon è un progetto ideato da Noemi Bruzzi e realizzato da Fantoni Associazione Culturale, Associazione Colibrì e Spezia Dinamika con il sostegno ed il patrocinio del Comune della Spezia.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il consigliere comunale di opposizione: "Il militare alloggiava nell'hotel a due passi dal Comune". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Obiettivo il secondo posto nel girone. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa