Barbieri, Chiaramonte e Ghirri: la grande fotografia italiana protagonista a Lerici

Tra luglio e settembre i tre maestri saranno protagonisti di tre appuntamenti organizzati da Spazi Fotografici in collaborazione con l'amministrazione.

Giovedì, 01 Luglio 2021 08:09

Sono tre gli eventi inseriti in “LibrAria”, dedicati alla grande fotografia italiana e organizzati da Spazi Fotografici con l’amministrazione comunale nella splendida cornice del Castello San Giorgio di Lerici.

Tra luglio e settembre l’occasione di conoscere o incontrare alcuni dei più grandi autori italiani - Olivo Barbieri (nella foto), Giovanni Chiaramonte e Luigi Ghirri - in dialogo con figure di rilievo del panorama culturale come Marco Belpoliti, Mauro Zanchi e Michele Smargiassi.

La prima, in programma martedì 6 luglio alle 18:30 con il saggista e scrittore Marco Belpoliti e il curatore del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo Matteo Balduzzi, è dedicata alla nuova edizione di "Niente di antico sotto il sole. Scritti e interviste" di Luigi Ghirri, organizzata in collaborazione con Quodlibet e con l’Archivio Luigi Ghirri. Con introduzione di Francesco Zanot, il volume - ripubblicato dopo 14 anni - raccoglie le sue parole e idee in interviste e saggi. Con un attraversamento che copre almeno 18 anni (1973-1991) il fondamentale nucleo di testi si ripresenta contributo sostanziale alla letteratura del settore in un momento di vivace fermento e grandi cambiamenti. Di carattere alternativamente storico e tecnico, personale e teorico, dedicati al proprio lavoro e a quello di altri protagonisti della storia della fotografia, italiani e internazionali, gli scritti di Ghirri sono apparsi originariamente su libri, cataloghi, riviste e quotidiani.

La seconda, in programma sabato 10 luglio alle 18:30 con l’artista Olivo Barbieri in conversazione con il critico d’arte Mauro Zanchi, è dedicata al libro-catalogo di Olivo Barbieri "American Monument and Monument", edito nel 2018 da Galleria Mazzoli. Composto da frammenti temporalmente e geograficamente distanti, che si interrogano sulla non mutevolezza dei modelli di riferimento, il volume restituisce per immagini un racconto fattuale dell’occidente intrecciando figure archetipe e lineamenti morfologici. Con testo di Tobia Bezzola e dialogo con l’artista a cura di Achille Bonito Oliva, è occasione per scoprire l’opera di Olivo Barbieri guardando all’intero corpus dei suoi lavori.

La terza, in programma giovedì 2 settembre alle 18:30 con il fotografo Giovanni Chiaramonte in conversazione con il giornalista Michele Smargiassi, è dedicata al libro dell’autore milanese "Salvare l’ora", pubblicato nel 2018 da Postcart edizioni - partner di Spazi Fotografici. Con testo del poeta d’origine sarzanese Umberto Fiori il libro è fatto di componimenti visivi diversi, nello specifico haiku e immagini, ad attraversare riflessivamente termini ricorrenti come tempo, spazio, universo, abisso, nulla, Dio, infinito, silenzio in meditazioni-aforismi. “Oltre il limite”, scrive Fiori, “figure che nascono dall’ascolto che l’infinito dà allo sguardo. Come nella fotografia di Giovanni”.

Tutti gli eventi si terranno al Castello di Lerici, a ingresso libero ma con prenotazione obbligatoria tramite le pagine Eventbrite. Tutti i libri saranno disponibili in occasione degli eventi (per riservare copie: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ). L’evento dedicato a Ghirri è già sold out, ma si potrà seguire in diretta streaming sul canale Youtube di Spazi Fotografici. Si ringrazia Ape Book Pharmacy.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra - Contro la Juve la squadra di Motta ha giocato alla pari, peccato per le occasioni sprecate che potevano chiudere la partita nella ripresa. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Massimo Guerra - Vice la Juve, ma lo Spezia ha dimostrato di potersi ritagliare un ruolo anche quest'anno. Resta l'amaro in bocca per la prestazione di questa sera. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa