Luigi Leonardi sarà prossimo ospite di "Non ci resta che leggere"

Per l'occasione l'autore, nativo di Bagnone, presenterà il suo ultimo romanzo: "L'umanità sepolta. Tracce di guerra, di fatiche e di giustizia capitale".

Giovedì, 26 Agosto 2021 11:05
Luigi Leonardi Luigi Leonardi Pagina Facebook Luigi Leonardi

Sarà Luigi Leonardì, scrittore e saggista, tra i fondatori della rivista milanese di cultura "Malvagia", il prossimo ospite di "Non ci resta che leggere - Iniziative di Resistenza Letteraria", la rassegna culturale ideata e promossa dal Comune di Santo Stefano di Magra in collaborazione con la Biblioteca civica C. Arzelà. Come per gli incontri precedenti, anche l'appuntamento con Leonardi, atteso per venerdì 27 agosto alle ore 21.30, si terrà in Piazza della Pace nel borgo storico di Santo Stefano.

Per l'occasione l'autore, nativo di Bagnone, presenterà il suo ultimo romanzo: "L'umanità sepolta. Tracce di guerra, di fatiche e di giustizia capitale" (Ugo Mursia Editore, 2019). A condurre la serata sarà la scrittrice e insegnante di scrittura creativa Alice Bassi.

Breve sinossi del libro:

Durante la Seconda guerra mondiale la popolazione civile è vissuta in condizioni estreme, all’insegna della paura e della violenza, con cui doveva fare i conti tutti i giorni e in qualsiasi momento. I sacrifici e gli stenti di uomini e donne precipitati all’improvviso in una realtà assurda e incomprensibile, e persino deportati nei campi di lavoro, in particolare nel nord-est della Germania e in Polonia, vengono descritti e raccontati da Luigi Leonardi attraverso le testimonianze di chi ha vissuto sulla propria pelle quegli orrori.

Provati dalla fame, dal freddo, dalla fatica di lavori troppo pesanti che potevano durare più di dieci ore al giorno, cercavano un barlume di speranza nella raccomandazione all’Eterno. Eppure è proprio da questa umanità sepolta sotto le macerie di una Storia feroce che parte lo slancio della cosiddetta ricostruzione.

Sorprendenti infine sono anche gli episodi legati all’amministrazione della giustizia, praticata da formazioni partigiane attraverso tribunali istruiti dai vari comandi. I tempi dei processi erano molto brevi, le sentenze di condanna erano dure e le esecuzioni avvenivano all’istante, in nome di una disciplina ferrea e inflessibile.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...
Comune di Santo Stefano di Magra

Piazza Matteotti
19037 Santo Stefano di Magra (SP)
Tel. 0187.697111

Mail: info@comune.santostefanodimagra.sp.it

www.comune.santostefanodimagra.sp.it

Ultimi da Comune di Santo Stefano di Magra

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa