A Tiziano Scarpa il Premio Montale Fuori di Casa 2021 per la sezione narrativa

Sarà consegnato a Venezia.

Lunedì, 13 Settembre 2021 15:00

Venerdì 17 settembre 2021 alle ore 17,30, in occasione dei quarant’anni dalla morte del Premio Nobel Eugenio Montale, presso la Fondazione Querini Stampalia (Castello 5252, 30122) di Venezia si svolgerà la cerimonia di premiazione del romanziere, poeta, drammaturgo veneziano Tiziano Scarpa al quale verrà assegnato il Premio Montale Fuori di Casa per la sezione Narrativa. A fare gli onori di casa e a portare il saluto della Fondazione Querini Stampalia sarà il Direttore Marigusta Lazzari a cui farà seguito l’intervento della Presidente del Premio Montale Fuori di Casa Adriana Beverini.
Il Premiato dialogherà poi con il saggista Vincenzo Patanè e con lo scrittore e giornalista Giuseppe Rudisi.

A fine evento, come ormai da anni consuetudine del Premio, verranno donate al pubblico, sino ad esaurimento, copie dei libri di Tiziano Scarpa editi da Einaudi.

E’ questa la seconda volta che il Premio che solitamente si svolge a Genova, Firenze e Milano, viene assegnato a Venezia. La prima volta infatti è stato nel gennaio 2020 quando, nei locali dello storico Hotel Danieli, è stato premiato il professor Vincenzo Patanè per il suo saggio su Lord Byron “La primavera di un ghiro” .

“Venezia - dice la Presidente Beverini - è una delle città più amate da Montale che le dedicò alcune poesie, prima fra tutte l’enigmatico mottetto XIII “La Venezia di Hoffmann – e la mia” a cui il poeta assegna il compito precipuo di rappresentare il momento del distacco da Clizia, e cioè l’ebrea americana Irma Brandeis”.

La gondola che scivola in un forte

bagliore di catrame e di papaveri,

la subdola canzone che s’alzava

da masse di cordame, l’alte porte

rinchiuse su di te e risa di maschere

che fuggivano a frotte ..............

Come si legge nella motivazione del Premio: “le opere di Tiziano Scarpa, siano esse romanzi, racconti o poesie sono costruite intorno ad una delle potenze fondamentali della parola, quella di creare mondi, suscitare immagini, non limitarsi a registrare banalmente le cose già accadute. Quelle di Scarpa sono parole “in azione” che “brulicano, petulanti, allegre, malinconiche” e non si accontentano di raccontare una realtà, ma ne creano mille altre.
Leggere i libri di questo autore, tradotti in numerose lingue, oltre a quelle europee, in cinese, arabo, giapponese, ebraico, russo, può essere rischioso per chi vuole tenersi stretto alla terraferma dell'intelletto; può capitare infatti di essere travolti da un'ondata di parole di forza pari solo alla fantasia creatrice dell'autore”.

Il Premio Montale Fuori di Casa, che compie quest’anno i 25 anni di vita, è patrocinato dal Ministero dei Beni Culturali e si realizza con il contributo di Confcommercio.

Per partecipare è obbligatorio il Green Pass e la prenotazione alla seguente mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Tiziano Scarpa è nato a Venezia nel 1963. Dal 1996, anno del suo esordio con il romanzo Occhi sulla graticola, ha pubblicato circa una trentina tra romanzi, raccolte di racconti, saggi, poesie e testi teatrali. I suoi libri più conosciuti sono il romanzo Stabat Mater (Einaudi, 2008; premio Strega 2009), il poema Groppi d’amore nella scuraglia (2005), gli aforismi Corpo (2004), la guida Venezia è un pesce (Feltrinelli, 2001; la nuova edizione ampliata è uscita nel 2020). Negli ultimi anni sono usciti i romanzi La penultima magia (Einaudi, 2020), Il cipiglio del gufo (Einaudi, 2018), Il brevetto del geco (Einaudi, 2016). Fra le più recenti raccolte di poesia, ricordiamo Le nuvole e i soldi (Einaudi, 2018) e Una libellula di città e altre storie in rima (minimum fax, 2018). I suoi libri sono tradotti nelle principali lingue europee, e in cinese, giapponese, russo, arabo, ebraico, turco. Ha ideato e fondato le riviste-sito Nazione indiana nel 2003 e Il primo amore nel 2006. Ha calcato teatri e piazze come lettore scenico, da solo o in compagnia di musicisti, fra cui: Debora Petrina, Massimo Donà, Banda Osiris, Enrico Rava, Marlene Kuntz, Laura Catrani, Stefano Bollani.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - Situazione attuale, criticità e prospettive: Confindustria si è confrontata con enti locali, istituti di formazione, scuole e aziende. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa