Libri, biblioteche e… mare. Un bilancio su Libriamoci 2013 In evidenza

di Beatrice Mencarini – È terminata da poco Libriamoci, una delle manifestazioni che da anni si occupano di promuovere la lettura e la cultura del libro. La manifestazione, nata nel 2009 nell'ambito del progetto nazionale "Ottobre. Piovono libri" e organizzata dalle Biblioteche Civiche, è ormai diventata un appuntamento fisso dell'autunno spezzino.

Giovedì, 17 Ottobre 2013 09:00

Presentazioni di libri, incontri con autori, dibattiti, conversazioni, animazioni... Il tutto per incuriosire, attirare e coinvolgere anche quei cittadini che solitamente non frequentano le biblioteche o che non sono lettori abituali.
Per far un bilancio della rassegna parlo con Roberta Correggi – coordinatrice della rassegna e responsabile del settore Archivi e Biblioteche dell'Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia – che mi racconta delle edizioni passate e di quella appena conclusa: «Libriamoci ormai è giunto alla sua quinta edizione ospitando nomi importanti a livello nazionale (Piero Dorfles, Isabella Vaj, Marco Aime, Adriano Fabris, Marco Buticchi, Simone Perotti, Marco Vichi) oltre a moltissimi autori locali (es. Alberto Scaramuccia, Annalisa Coviello, Sabrina Mugnos, Salvatore Zagone). La novità di quest'anno è che il programma di Libriamoci è stato inserito nella cornice più ampia della Festa della Marineria. La scelta di far coincidere i due eventi è nata dalla convinzione che coniugare l'offerta culturale di questi due eventi fosse un modo di arricchire entrambe le manifestazioni e di allargare e coordinare la proposta cittadina di questo inizio di autunno».
La scelta si è rivelata vincente?
«Sì, la scelta di entrare nella Festa della Marineria si è rivelata azzeccata, viste le oltre tremila presenze alla rassegna e i numerosi apprezzamenti ricevuti sia dal pubblico, sia dagli autori che hanno partecipato».
In che modo avete legato i due eventi?
«Abbiamo invitato autori legati al nostro mare, come Marco Buticchi, e presentato libri che affrontano il tema del mare in tutti i suoi aspetti, da quello letterario come nel romanzo di Giuseppe Conte "Il male veniva dal mare", a quello turistico-sportivo, come le guide, quella sullo snorkeling nelle Cinque Terre di Leonardo D'Imporzano, a quello storico, sviluppato da Franco Scaglia nel suo libro "Il giardino di Dio". Gli incontri si sono svolti quasi tutti nello splendido "Auditorium del mare" allestito in Passeggiata Morin ma molto apprezzati e richiestissimi sono stati anche quelli che si sono tenuti a bordo della Goletta Oloferne, in navigazione nel nostro Golfo».
Sono le Biblioteche Civiche, con il sostegno dell'Amministrazione comunale, ad organizzare la rassegna. Credi che le biblioteche siano ancora una risorsa per la vita culturale della città? E in che modo?
«Le Biblioteche sono un punto di riferimento importantissimo per la vita di una città. Le quattro biblioteche del Sistema Bibliotecario Urbano oltre a conservare il patrimonio culturale del territorio, svolgono una funzione catalizzatrice nei confronti di studiosi di vari discipline, lettori incalliti, curiosi, studenti, bambini, ragazzi e così via... Inoltre organizziamo molti altri eventi: visite guidate per le scuole, incontri di lettura ad alta voce per bambini, le Notti al Castello, incontri letterari organizzati ogni estate in collaborazione con il Museo del Castello di San Giorgio nelle splendide terrazze panoramiche»
Certamente non son tutte rose e fiori... quali sono i problemi delle biblioteche e gli aspetti da potenziare?
«Una carenza atavica di personale, soprattutto di figure nuove, aggiornate sulle nuove tecnologie e su nuove tematiche, che si possano rivolgere ai giovani su terreni a loro più familiari. Poi problemi legati alle strutture, che in parte saranno risolti a breve con la nuova biblioteca nell'area dell'ex-Fitram e con i lavori di ristrutturazione interna della Mazzini».

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Lavoro fermo per i 365 operatori liguri, di cui 82 alla Spezia. Le proposte per cercare di ripartire. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Una raccolta firme per ripristinare il vecchio orario: ora l'ufficio è aperto solo il martedì. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa