"Rotte Fantastiche e Rotte Vere" lasciano l'ormeggio

Al Museo Etnografico sino al 27 ottobre prossimo è ancora possibile visitare la mostra "Rotte Fantastiche e Rotte Vere", dipinti del maestro Antonio Barrani e ricordi di viaggio dei nostri naviganti del secolo scorso.

Lunedì, 21 Ottobre 2013 17:35

L'interessante mostra che ha richiamato in questo periodo al museo numerosi visitatori e scolaresche della nostra città, presto lascerà l'ormeggio e farà poi rotta, come si addice al suo titolo, nel mese di novembre nello Studio d'Arte " Via Tommaseo 32" di La Spezia e successivamente in un museo di Genova come già richiesto.

 

L'esposizione è un omaggio ai viaggiatori, tra cui Giovanni Podenzana, e a tanti naviganti che dai i borghi marinari della nostra provincia hanno intrapreso con finalità di studio e di lavoro le vie del mare. Una lunga tradizione di quei viaggiatori che per tutto il secolo scorso hanno voluto depositare i loro ricordi di viaggio e le loro collezioni private di oggetti esotici.

Geniale e originale è stata l'intuizione artistica di Barrani di spargere con indubbia sapienza compositiva la sua fertile ed amabile visionarietà su vecchie carte nautiche, realizzando una ideale fusione, appunto, fra rotte veritiere ed altre frutto della sua fantasia.

L'esposizione è ben documentata da un catalogo curato dalla galleria Vallardi di Sarzana, con testi di Rossana Piccioli, Luisa Rossi, Giuliana Donzello e Giorgio Seveso, e che favorisce la conoscenza della espressiva e l'originalità della pittura di Antonio Barrani.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Giacomo Cavanna - Al Varignano 48 allievi che ambiscono ad entrare nel famoso reparto d'elite della Marina Militare Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
"Non si confonda la necessità di personale con la tutela dei lavoratori. Bisogna agire prioritariamente sul bando!" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa