Tutto pronto a Levanto per la Festa del mare In evidenza

di Guido Ghersi

LEVANTO ‒ Il 25 luglio è il giorno in cui la Chiesa ricorda San Giacomo Apostolo e questa memoria viene solennemente ricordata a Levanto a partire dal XII secolo,momento storico in cui nasce l'omonima Confraternita.

Lunedì, 16 Luglio 2012 17:10
Più recentemente, per rilanciare la devozione al Santo, il sodalizio istituì nel 1969 una grande festa che coniugasse momenti di fede e di folklore locale: stava nascendo quella che nel 1970 venne identificata ufficialmente come "Festa del mare" in onore di San Giacomo giunta quest'estate alla sua 44a edizione. Ormai irrinunciabile e sempre apprezzata da decine di migliaia tra levantesi e villeggianti nonché da turisti provenienti anche dal vicino Tigullio la rassegna che fonde storia, tradizione, folclore e religione. Quindi concerto d'organo, pellegrinaggio a piedi, concerto bandistico e poi martedì 24 e mercoledì 25 le due giornate clou con corteo con gruppi storici toscani e disfida per il quarto trofeo "Memorial Mario Gallorini".

Infine, la giornata conclusiva e più attesa con la processione in notturna delle Confraternite della provincia e del genovesato con i magnifici Crocifissi, la sfilata in costumi d'epoca con sbandieratori e tamburini e, lo spettacolo pirotecnico, a chiusura di un denso programma di eventi.

Ma venerdì 20, alle 18, ritornerà nell'oratorio di San Giacomo la pregiata statua del Santo in pioppo (il corpo del Santo è del '400, mentre la veste e il mantello sono del '700). Il restauro è stato effettuato da Gianni Casale del Laboratorio del Restauro dell'Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova (il restauro, alla Confraternita costerà quasi ottomila euro). Inoltre sarà restituito il meraviglioso Crocifisso della scuola pre-Maragliano riparato dal

Laboratorio del Restauro della Regione Liguria che si è accollata anche la relativa spesa. Infine nel mese di Settembre, saranno restituiti anche i quattro grandi dipinti ad olio. Per tutti i restauri è occorso un anno di tempo e sono stati eseguiti in accordo con la dottoressa Angela Accordon, funzionario della Sorprintendenza per i Beni Artistici e Storici della Liguria.

Naturalmente sia il direttivo del Gruppo "Borgo e Valle" che quello della Confraternita, sono alla raccolta di fondi per far fronte sia alla "Festa del mare" che ai restauri.

Nella foto la festa di San Giacomo di molti anni fa: 1969.

(16 luglio 2012)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il gonfalone torna in borgata dopo 26 anni. Per i bianco-azzurri arriva la doppietta dopo la vittoria delle ragazze. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Canaletto o Cadimare? C'è voluta quasi un'ora per decretare il vincitore della gara. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa