"Polizia e cittadini nella Resistenza", presentato in Comune il volume di Marangione e Trani In evidenza

Venerdì mattina presso la sala multimediale del Comune della Spezia è stato presentato il libro "Polizia e cittadini nella Resistenza - I martiri dimenticati", edito da Luna Editore, scritto a quattro mani da Vincenzo Marangione, attualmente in servizio presso la Questura, e da Tarcisio Trani, ex poliziotto ora presidente della sezione spezzina dell'ANPS, associazione nazionale Polizia di Stato. 

Venerdì, 12 Dicembre 2014 18:35

Presenti il sindaco della Spezia Massimo Federici, il questore Vittorino Grillo, il prefetto Giuseppe Forlani, gli autori e l'editore. "Polizia e cittadini nella Resistenza" ripercorre un tratto della storia degli anni del regime fascista alla Spezia, visto e vissuto nell'ottica della Questura che, durante quel tragico periodo, vide come protagonisti uomini che furono oppositori al nazifascismo, di fatto la grande maggioranza dei poliziotti in servizio. Perché i servitori dello Stato hanno operato - ora più nascostamente, ora esponendosi al punto da finire nei campi di concentramento - contro lo Stato stesso?Una bella spiegazione l'ha offerta il Prefetto Forlani: "Gran parte delle forze dell'ordine ha visto fin da subito di cattivo occhio il fascismo perché ha cercato di soppiantare le fondamenta dello Stato liberale creando uno Stato parallelo, con la milizia che andava a sovrapporsi alle forze di polizia, con i prefetti non più di carriera ma nominati dal regime".

 

Una lotta che alla Spezia e provincia ha avuto protagonisti illustri e il cui atto fondativo può essere considerato il tragico frangente de "I fatti di Sarzana" del 1921, quando i servitori dello Stato si opposero valorosamente alla ferocia delle squadracce nere.

Tante le storie di uomini che non hanno voluto piegare il proprio onore al regime, ancor di più quando sono entrate in vigore le leggi razziali. Il commissario Lodovigo Vigilante, il commissario Nicola Amodio e gli agenti Annibale Tonelli e Domenico Tosetti, furono arrestati e deportati nel campo di concentramento di Mathausen con l'accusa di far parte del CLN. Il solo Tosetti riuscì a sopravvivere. Altri agenti furono inviati nei campi di lavoro a Bassano del Grappa.

"Siamo certi che gli avvenimenti narrati, - così Marangione e Trani - spesso visti alla luce di emozionanti racconti dei testimoni, interesseranno e commuoveranno il lettore. Il nostro obbiettivo è stato quello di fornire ai nostri colleghi, in servizio e non, elementi per riflettere sulla nostra storia e sul nostro ruolo all'interno della società e di far conoscere e apprezzare dalle nuove generazioni i nostri eroici colleghi".

Entusiasta il Questore Grillo: "Una testimonianza importante della vicinanza della Polizia ai cittadini, un punto sul quale stiamo lavorando molto. Faccio i miei complimenti agli autori: chi, se non loro - Marangione persona meticolosissima, Trani uomo di lettere - poteva scrivere un libro di questo tipo? Un testo pregevole che dimostra come in quel periodo difficile la Polizia non sia stata mero braccio esecutivo dello Stato ma corpo capace di dimostrare grandi sensibilità e umanità, dando un grande contributo al salvataggio di vite umane".

La chiosa di Federici: "Un libro prezioso, che parla di uomini che hanno dato lustro alla Polizia. Interessantissimo consultarlo, tra dati, racconti e documenti, ma si legge come un vero e proprio romanzo, molto appassionante. Un contributo doveroso".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(2 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I due sono stati fermati mentre uno dei due spacciava cocaina a due giovani del luogo. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa