Guerra e Resistenza, appuntamento a NIN In evidenza

In occasione del 70esimo anniversario della Liberazione d'Italia Nin | nuove interpretazioni, la rassegna di teatro contemporaneo organizzata dalla compagnia Ordinesparso sotto la direzione artistica di Giovanni Berretta, dedica il mese di aprile alla Resistenza con due spettacoli che raccontano la guerra. 

Mercoledì, 08 Aprile 2015 10:03
Il 25 aprile sarà il turno della Compagnia degli Evasi che con lo spettacolo "Cuore d'oro, silenzio d'argento" racconteranno la storia di Dante Castellucci, il Comandante Partigiano "Facio".

Mentre sabato 11 aprile, alle ore 21.30 presso la sala teatro nell'auditorium del liceo Parentucelli di Sarzana andrà in scena lo spettacolo "Quello che rimane" con Andrea Bacci. Regia di Massimo Bonechi, testi di Tommaso Santi. Una produzione STA - Spazio Teatro All'incontro.

Elegantemente sospeso tra realtà e finzione "Quello che rimane" racconta la storia di una famiglia le cui radici sono inestricabilmente legate alla tragedia della guerra. Uno spettacolo che è come un ponte per lo spettatore che viene trasportato direttamente nella vicende italiane di settant'anni. Uno spettacolo per

riflettere sulla nostra storia e su quello che siamo diventati. Uno spettacolo per non dimenticare, per capire, per misurare le nostre scelte. E per costruire il futuro.

"Quello che rimane sono pochi fiori di campo che spuntano come ricordi in mezzo alle macerie di una casa appena demolita; è la storia di un segreto che un uomo si porta dentro da quando è bambino, come una ferita insanabile; è l'immagine indelebile di una città, Prato, che nel 1944 vive l'anno più tragico e doloroso della sua storia recente.

Quello che rimane è una storia inventata, il racconto di una vicenda familiare che dal 1970 ci porta indietro nel tempo fino a condurci alle storie, quelle sì drammaticamente vere, di una città schiacciata dall'occupazione nazi-fascista, martoriata dai bombardamenti, segnata come e più di altre dai rastrellamenti di centinaia di innocenti: catturati e deportati nei campi tedeschi e mai ritornati.

Quello che rimane è una storia tragica e comune, di chi dopo la guerra, non ha mai avuto una pace".

Le prossime date di nin:

25 aprile "Cuore d'oro, silenzio d'argento", Compagnia degli Evasi

30 maggio Acmè

8-14 giugno Settimana NIN (Fortezza Firmafede)

Biglietti: Ingresso gratuito per gli studenti delle superiori. Intero 10 €, ridotto 8 € (tessera ARCI, sotto i 21 anni e sopra i 65). Se entri a nin vestito con qualcosa di viola entri a prezzo ridotto!

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Nuove Interpretazioni

Il Piccolo Principe – viaggio per mondi immaginari è per adulti e bambini, tristi o felici, grandi e piccini, per uomini e donne, per bianchi e per neri, per rossi… Leggi tutto
Nuove Interpretazioni
Nin Nuove Interpretazioni, la rassegna di teatro contemporaneo organizzata dalla compagnia Ordinesparso sotto la direzione artistica di Giovanni Berretta, sabato 21 febbraio, ore 21.30, nell'auditorium del Liceo Parentucelli, ospiterà Toni… Leggi tutto
Nuove Interpretazioni

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa