"Avvocati di strada" in prima linea per i diritti dei più deboli In evidenza

Anche alla Spezia, grazie all'impegno della Caritas diocesana, ha preso il via l'esperienza degli «avvocati di strada», professionisti che si dedicano all'assistenza legale gratuita delle persone - purtroppo sempre più numerose - che sono senza fissa dimora e senza beni.

Sabato, 24 Novembre 2012 18:23
Lo sportello locale dell'associazione è stato inaugurato a Pegazzano alla presenza dell'amministratore diocesano monsignor Giorgio Rebecchi, del direttore della Caritas don Luca Palei, del presidente nazionale Antonio Mumolo e del coordinatore dello sportello, situato alla Spezia in via Chiodo 18, nella sede dell'area «Giovani, giustizia e pace» della Caritas. L'orario è tutti i lunedì dalle 15 alle 18. Il progetto, realizzato per la prima volta a Bologna nell'ambito dell'associazione «Amici di piazza Grande», conta ormai dodici anni di vita. Questa esperienza è nata dalla necessità di garantire un apporto giuridico qualificato a quei cittadini che sono in effetti privati di alcuni diritti fondamentali. Diritti veri e non «costruiti» dall'ideologia. La tutela legale viene prestata presso un ufficio, o «sportello», organizzato come un vero e proprio studio legale nell'accoglienza, nella consulenza e nella apertura delle pratiche. All'attività degli sportelli partecipano a rotazione avvocati che forniscono in modo gratuito consulenza ed assistenza, oltre a volontari che si occupano delle attività di segreteria. Altri avvocati, pur non partecipando in modo diretto all'attività dello sportello, danno disponibilità a patrocinare gratuitamente uno o due casi l'anno riguardanti appunto persone senza fissa dimora. Con la nuova sede alla Spezia salgono a trenta le città italiane dove è presente l'associazione «Avvocato di strada». Le altre sono Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Catania, Cremona, Ferrara, Foggia, Jesi, Lecce, Macerata, Milano, Modena, Napoli, Padova, Palermo, Pavia, Pescara, Piacenza, Roma, Reggio Emilia, Ravenna, Rovigo, Salerno, Siracusa, Taranto, Trieste, Venezia, Vicenza. Fanno parte dell'associazione oltre settecento avvocati volontari, che dal 2001 ad oggi hanno aperto più di seimila pratiche. Alla Spezia gli avvocati che hanno aderito all'iniziativa sono già una decina.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Diocesi

Il messaggio del vescovo Palletti. Leggi tutto
Diocesi
Monsignor Palletti prende le distanze dall'identificazione dei "senza dimora" come persone dai "comportamenti poco ortodossi" e.sottolinea che per il futuro si cercano altre aree. Leggi tutto
Diocesi

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa