A Sgarbi il premio Pax Dantis 212 In evidenza

LA SPEZIA ‒ Sabato 26 maggio alle 20,15 al ristorante "La terrazza" di Porto Lotti (viale San Bartolomeo 394) serata di Gala con conferimento del Premio Pax Dantis 2012 a Vittorio Sgarbi. Dopo la cena verrà presentato il saggio dello stesso Sgarbi "L'ombra del Divino nell'arte contemporanea" (Ed. Cantagalli) quarto titolo della Collana "Il Cenacolo dei Filosofi" diretta da Francesco Corsi. Introdurrà il professor Giuseppe Benelli.

Giovedì, 24 Maggio 2012 22:58

Prenotazioni per la cena di gala (50 euro):

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

348-611.76.41 / 328-387.56.52

A tutti i partecipanti sarà fatto omaggio del testo di Vittorio Sgarbi.

È dal 2008, anno dell'istituzione del Dante Lunigiana Festival®, che il Centro Lunigianese di Studi Danteschi (CLSD) assegna il Premio Pax Dantis® per la Filosofia di Pace Universale.

"Al di là di ogni facile opportunismo perbenista, ‒ dice Mirco Manuguerra del Centro Lunigianese di Studi Danteschi ‒ memore dell'invito di Giovanni Paolo II a «rifuggire dalla vita comoda» (28 aprile 1991), il Pax Dantis si è distinto fin da principio come una voce libera volta ad affermare la cruciale differenza che passa tra Pace e pacifismo: si fa presto a dire Pace... La questione a cui vuole rispondere ogni anno il CLSD, attraverso l'opera dei pensatori contemporanei indipendenti, è il perché esiste la guerra. Da tempo il CLSD promuove una soluzione di pace globale basata esclusivamente sul modello dantesco di Fratellanza Universale: l'Umanità, infatti, corre da sempre sul binario di una fratellanza erronea, poiché ristretta a categorie corporativistiche. Oggi sappiamo che la Civiltà del futuro dovrà spingersi ben al di là di ogni ideologia e di ogni settarismo".

"La prima Edizione del Premio, in laude al tema dantesco dell'esaltazione della Donna e della Pace ‒ ricorda Manuguerra ‒ fu assegnata all'onorevole Souad Sbai, per il suo impegno coraggiosissimo in favore dei diritti delle donne islamiche in Italia. Nel 2009 fu la volta del prof. Claudio Bonvecchio, per il basilare aforisma «È giunto il tempo di decidere se stare dalla parte dei Mercanti o da quella degli Eroi». Nel 2010, da allora con il Patrocinio del Lions Club Lerici Golfo dei Poeti, il Premio fu consegnato a Magdi Cristiano Allam, per la sua condanna fermissima di ogni forma di integralismo attraverso l'affermazione dei Valori non negoziabili della Cultura Occidentale. Nel 2011 è stato il turno del poeta di origine libanese Hafez Haidar: se veramente «L'amore è il linguaggio di coloro che amano la vita e che parlano a cuore aperto senza timore né fatica», allora dobbiamo intendere che l'Europa non ama più sé stessa nella sua attuale fase di affermazione negata delle proprie radici più profonde... Ed eccoci ora al 2012, cioè alla quinta edizione del Premio. Per il compimento del primo lustro, il CLSD ha scelto il professor Vittorio Sgarbi per il suo altissimo culto del Bello: affermare il primato della Bellezza, cioè di quella valenza che, sola, ci potrà salvare, come ebbe a sentenziare il genio di Dostoevskij, equivale a sancire una volta di più il primato del Neoplatonismo che sta alla base della Dantesca Compagnia del Veltro. Ma Vittorio Sgarbi è anche un irriducibile pensatore libero, è un politically S-correct di razza, esattamente come lo fu, a suo tempo, il nostro grande padre Dante. Se si vuole stare dalla parte degli Eroi, non ci si può inchinare al perbenismo dominante: in un mondo in piena decadenza, ciò che si deve alla Storia è almeno il coraggio delle proprie idee. Per tutto questo noi riconosciamo a Vittorio Sgarbi il Premio Pax Dantis® 2012: onore a Vittorio Sgarbi!".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Si tratta di un uomo di 76 anni uscito da casa poche ore prima. Indagini in corso. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa